Italian English

Movie Tours nel mondo

Il racconto dei racconti: le locations

racconto dei racconti 1Se avete visto il Racconto dei Racconti, il nuovo film di Matteo Garrone, sicuramente starete morendo dalla curiosità di conoscere le locations che hanno fatto da sfondo alle fantastiche vicende narrate.
È il primo film in inglese per il regista, che sceglie comunque di rimanere fedele alla bella Italia, selezionando per l’ambientazione, luoghi magici che solo il Bel Paese può vantar. In un tour sensazionale tra la Puglia, la Toscana, la Sicilia e il Lazio, vi raccontiamo ogni posto che avete visto sul grande schermo.

Castel-del-Monte-Andria-PugliaCastel del Monte si trova poco distante da Bari, ad Andria, in Puglia. Costruito nel XIII secolo per volontà di Federico II, dal 1996 è stato inserito tra i Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO. Con la sua pianta ottagonale, è considerato un perfetto esempio di architettura militare medievale. È un castello dall’aspetto austero intorno al quale aleggia un fitto velo di mistero.

Castello-di-Donnafugata-RagusaIl Castello di Donnafugata si trova a soli 15 chilometri da Ragusa, in Sicilia. A dispetto di quanto si possa immaginare dal nome, non si tratta di un tradizionale castello medievale, bensì di un regale maniero dalle pareti candide, che nel tardo ‘800 fu dimora di alcune famiglie nobili. Su di una superficie di circa 2500 mq, custodisce 122 stanze, di cui solo una piccola parte è visibile.

Castello-di-Donnafugata-labirintoIntorno al Castello di Donnafugata, in un parco di 8 ettari, si trova un vero e proprio labirinto di pietra. È protagonista di una scena carica di mistero, in cui la regina che aveva partorito un bambino, solo dopo aver mangiato un cuore di animale ancora pulsante, insegue il suo figlio albino nel labirinto, senza riuscire a raggiungerlo. Il suo meraviglioso abito rosso carminio squarcia il bianco candido della pietra in cui è immersa e in cui si perde. È un momento inquietante, ricco di significati simbolici.

castello-di-Roccascalegna-ChietiIl Castello di Roccascalegna si trova nella provincia di Chieti, abbarbicato su una prominenza della montagna, dalla quale domina tutto il borgo medievale omonimo, sottostante. Ad osservarlo, sembra una costruzione miracolosa, apparentemente in bilico tra cielo e terra. Custodito tra possenti mura difensive, è stato utilizzato sino al 1600, poi è stato abbandonato sino agli anni ’90, epoca in cui è stata avviata un’intensa opera di restauro che l’ha ricondotto agli antichi splendori.

Castello-Normanno-Svevo-di-Gioia-del-Colle-BariIl Castello Normanno-Svevo di Gioia del Colle, di trova in provincia di Bari, in Puglia. È un edificio di origine bizantine, simbolo della città di Bari, che dal 1977 ospita il Museo archeologico nazionale di Gioia del Colle.

Taormina1Tra le acque delle Gole di Alcantara, trova la morte il re che ha lottato contro i mostri marini, per catturare un cuore pulsante da consegnare alla sua amata, perché mangiandolo, potesse generare un figlio che non arrivava mai. Le gole, che raggiungono l’altezza di 25 metri, sono il risultato del raffreddamento di materiale lavico, al cui interno scorre il fiume Alcantara con le sue acque verdi smeraldo. Questo surreale scenario sembra totalmente ricostruito al computer… invece esiste davvero e si trova tra le province di Messina e Catania.

Il-villaggio-rupestre-di-Petruscio-Mottola-TarantoIl villaggio ipogeo di Petruscio fu realizzato dai profughi di Mottola, intorno al 847, per avere un posto in cui rifugiarsi. È composto da innumerevoli grotte, molte delle quali sono state scavate con le mani. Sono quasi tutte comunicanti e si trovano su diversi livelli, a mo’ di palazzo sotterraneo. All’interno sono state costruite anche delle chiese.

Vie-Cave-di-SovanaIl Castello di Samezzano di trova a Reggello, in provincia di Firenze. Realizzato nel 1605 dalla famiglia Ximenes d’Aragona, è un raro esempio di architettura moresca in Italia. Nel secondo dopoguerra fu adibito a hotel di lusso, tuttavia attualmente è in stato di abbandono, nonostante la vendita all’asta nel 1999.  Per questo è difficile poterlo visitare; viene infatti aperto al pubblico solo in occasione di eventi particolari.

Nel magico triangolo Sovana, Pitigliano e Sorano esistono 21 Vie Cave, che a loro volta ramificano in altrettante vie secondarie. Si tratta di piccole stradine scavate nel tufo dagli Etruschi. Sono piuttosto strette, ma raggiugono altezze di 25 metri. Pare che siano uniche al mondo. Nel film, fanno da scenario ad un inseguimento al cardiopalma. Nessuna location fu mai più azzeccata.

 

 

Stampa

0
0
0
s2sdefault