Italian English

Movie Tours nel mondo

La legge del crimine: le location del film con Jean Reno

La pellicola con protagonista la star francese Jean Reno è stata girata in parte nel centro storico della cittadina ligure di Bordighera.

La legge del crimineLa Legge del crimine – titolo originale – Le Premier Cercle, noto anche come Inside Ring e The Dead List in inglese, è un film in lingua francese 2009 di Laurent Tuel. Racconta la storia di Milo Malakian (Jean Reno), capo di un clan mafioso in Francia, e di suo figlio Anton, discendenti dei sopravvissuti al genocidio armeno. La pellicola, coprodotta da Thelma Films e Alter Films, è un thriller, precedentemente chiamato Riviera, ed è stato co-sceneggiato dagli sceneggiatori Laurent Tuel, Laurent Turner e Simon Moutaïrou.
Il clan Malakian, una famiglia di banditi spietati, controlla il mondo sotterraneo della Francia meridionale. Alla sua guida, il violento padrino Milo Malakian che governa il suo mondo “criminale” con il pugno di ferro. Suo figlio ed erede, Anton, sogna di liberarsi dalla morsa del clan e soprattutto da quel padre così spietato e crudele, per fare la sua vita e dare sfogo alle proprie scelte che non hanno nulla a che vedere con il mondo criminale. Ma il cerchio interno della banda è inciso nel sangue. Per sfuggire al padre, Anton dovrà correre contro un destino che non gli appartiene, fatto di sangue e morte…
La pellicola con protagonista la star francese Jean Reno è stata girata in parte nel centro storico della cittadina ligure di Bordighera, grazie soprattutto all’assistenza di Film Commission e di Giacomo Ferrari. Ne La legge del crimine, violenza e passione si sposano nel paesaggio della Costa Azzurra, da Bordighera alla Camargue.
Con le vacanze estive alle porte, Bordighera e la Costa Azzurra francese, potrebbero essere degli ottimi suggerimenti per chi non ha ancora pianificato le tanto attese ferie. Bordighera, ad esempio, si affaccia sul mare blu della Liguria, in provincia di Imperia: un posto bellissimo dove tradizione e cultura si fondono con i profumi e l’eleganza del mare. Molto ricca a livello architettonico, Bordighera merita di essere visitata in lungo e in largo. Tra i posti più noti Villa Punta della Ruota con giardino Winter, davvero un posto unico nel suo genere, come anche la Torre medievale dei Mostaccini. Degna di nota è Villa La Loggia e il suo meraviglioso giardino: questo edificio fu la dimora della Duchessa di Leeds con il marito George Osborne.
Bordighera è nota soprattutto per le splendide aree naturali, giardini meravigliosi che racchiudono tutto il bello della Riviera Ligure: dal Giardino Esotico di Pallanca, del 1860 al cui interno sono “protette” circa 3200 specie di piante, ai Giardini Lowe; dai giardini Moreno, che furono d’ispirazione ad alcune opere d’arte di Monet ai Giardini Winter, vere e proprie opere d’arte naturali.
Sebbene Bordighera sia stata scelta come location per diverse produzioni cinematografiche, specialmente collaborazioni italo-francesi, vi farà piacere sapere che la città è stata anche scelta come ambientazione del romanzo Chiamami col tuo nome, scritto da André Aciman. Non solo splendidi paesaggi e giardini meravigliosi, a Bordighera è facile anche scoprire tentazioni culinarie davvero degne di nota. Pesto al basilico a parte – leccornia nota in tutto il territorio nazionale – a Bordighera è ottimo il paté di olive taggiasche, tra gli ingredienti principali della sardenaria, piatto tipico e molto gustoso.
In questa focaccia anche i capperi e, ovviamente, i filetti di sarde. Restando sempre in tema “ittico” il brandacujun, base di baccalà, patate, aglio e le immancabili olive taggiasche. Come primo piatto consigliamo la Pasta alla deficeira, che seppur il nome è complesso, gli ingredienti sono davvero molto semplici. Anche i pansotti con salsa alle noci sono davvero ottimi. Tra i dolci tipici della zona, i cosiddetti baci di Bordighera: si tratta di bocconcini farciti con cioccolato, una vera prelibatezza.

Fonte: cinematographe.it

Stampa

0
0
0
s2sdefault