Italian English

Movie Tours nel mondo

Chi m’ha visto: le location del film con Favino e Fiorello Continua

La Puglia è terra di commedie: da quelle di Checco Zalone e di Aldo, Giovanni e Giacomo a Chi m’ha visto, il film con Pierfrancesco Favino e Beppe Fiorello.

FB Chi mha visto.jpg 1219300120

Come fare per attirare l’attenzione su di sé e conquistare quella ribalta mediatica tanto agognata? Un consiglio, ma da non seguire, lo da il regista Alessandro Pondi nella sua commedia Chi m’ha visto. Come anche suggerisce il titolo scelto per il film, uscito nel 2017, il protagonista Martino Piccione, un musicista alla ricerca del successo interpretato da Beppe Fiorello, decido di sparire all’improvviso, far perdere le sue tracce. Ma dove è stato girato il film? Scopriamo insieme tutte le location.

Chi m’ha visto: le location del film
La location principale di Chi m’ha visto è Ginosa, comune di oltre 22.000 abitanti della provincia di Taranto, ma al confine con la Basilicata. E’ qui che si sono girate gran parte le scene del film di Alessandro Pondi.

Ma Ginosa non è l’unica città della Puglia ad aver ospitato la troupe della commedia: tra le altre città in cui si è girato il film vanno citate anche Bari, Mottola, Castellaneta e Conversano, tutti comuni che si trovano tra la provincia di Bari e di Taranto. In Chi m’ha visto non si vede però solo lo splendido mare della Puglia, ma a fare da scenografia al film ci sono anche gli splendidi paesaggi dell’entroterra.

Chi m’ha visto: il cast
Come detto in precedenza, i due principali protagonisti della commedia sono Beppe Fiorello e Pierfrancesco Favino. Nel cast del film troviamo però anche tanti altre star della comicità italiana come Dino Abbrescia e Sabrina Impacciatore. La particolarità del film riguarda però il gran numero di star della musica che sono apparsi nei panni di loro stesso: Max Pezzali, J-Ax, Jovanotti, Gianni Morandi, Edoardo Bennato, Elisa, il leader dei Negramaro Giuliano Sangiorgi, Paola Turci e Giorgia.

 Fonte: donnaglamour.it

Stampa

0
0
0
s2sdefault