Movie Tours nel mondo

Un viaggio nel magico mondo di Hollywood con StarLine

di Marta Soligo
I pullman della StarLineProvate per credere, se vi trovate a Hollywood. Il consiglio è quello di non trarre conclusioni affrettate e di acquistare un biglietto che renderà felice ogni viaggiatore appassionato di cinema. Il “Movie Stars’ Homes Tour” della compagnia StarLine, infatti, va ben al di là dell’essere un semplice itinerario che porta i turisti a curiosare fuori dalle inferriate delle case delle stelle. Non è un caso se da ben 75 anni gli inconfondibili pullman scoperti bianchi e rossi dell’agenzia losangelina, fanno sognare i propri passeggeri accompagnandoli per più di due ore in un vero e proprio viaggio nella storia del cinema, tra dimore da favola e movie locations.

Senza dubbio le prime giocano un ruolo fondamentale nell’esperienza: non è da tutti i giorni trovarsi di fronte alla villa abitata da Ronald Reagan quando ancora lavorava come attore prima di conquistare la Casa Bianca o passare davanti all’uscio, in stile piuttosto “pulp”, di Quentin Tarantino. Così come non lo è osservare con il fiato sospeso l’ingresso delle incredibili abitazioni di personaggi come Al Pacino, Madonna, Katy Perry e Tom Cruise, mentre attraverso gli auricolari la guida consiglia di tenere le fotocamere pronte, poiché le star in questione potrebbero varcare quei cancelli da un momento all'altro. Si tratta di un tour che offre un’occasione unica, data dalla possibilità di apprezzare angoli sconosciuti di quartieri come Beverly Hills, Bel Air e Hollywood, attraverso un itinerario che tra eleganti magioni, curatissimi giardini e strade circondate da alberghi e negozi di lusso, dà un’idea completa della sfavillante vita delle celebrità, facendo anche osservare particolari che un turista non potrebbe conoscere. Simpatiche per esempio le stelle situate sulla cancellata di Sir Ringo Starr, un eloquente richiamo al suo cognome, nonché le scritte che ancora oggi i fans lasciano sulle pareti esterne di quella che era la mansion di Elvis Presley, celebrando un mito che vivrà per sempre.

La porta della casa di Elvis Presley con le scritte dei fans E così, scaldati dal sole californiano, i passeggeri StarLine passano dal Beverly Hills Hotel, che vantava tra i propri clienti abituali Marilyn Monroe, al Viper Room, il locale di cui Johnny Depp è stato uno dei proprietari fino al 2004, e ancora dal grattacielo all’interno del quale Elton John possiede un appartamento, al Troubadour, il club dove si sono esibiti agli albori della loro carriera artisti del calibro dei Doors o di Tom Waits.
Ma non c’è “gita” a Hollywood che si rispetti senza una full immersion nelle locations cinematografiche. Una delle più importanti attrazioni in questo senso è l’imponente Greystone Mansion a Beverly Hills, un’enorme villa dai tratti architettonici chiaramente inglesi, che nel 1976 è stata inserita dal Governo statunitense nel National Register of Historic Places, nella quale sono state ambientate alcune scene di serie televisive e film come “Il Grande Lebowski”, “Spiderman”, “Guardia del Corpo”, “X-Men” e “Ghostbusters II”. Benchè una visita all’interno dell’attrazione non sia prevista, i turisti non si dimostrano dispiaciuti nel doversi accontentare di uno scatto al cancello dal quale usciva la mitica Batmobile in “Batman & Robin”.

La Greystone MansionDegna di nota, non lontana dalla Greystone Mansion, è anche una delle ville dove è stata ambientata la pellicola “LA Confidential”, tutt’ora abitata da privati. Sorprendente poi il tratto su Sunset Boulevard, la strada che ha ispirato l’omonimo film “Sul viale del tramonto”: percorrendola, impossibile non notare il Saddle Ranch, un ristorante dall’ambientazione Far West che ha prestato il suo nome ad un reality show le cui riprese sono state girate proprio nel suo grande salone. Il locale, inoltre, ha svolto la funzione di background anche per diversi programmi e serie tv, come “American Idol”, “Sex and the City” e “Desperate Housewives”. Arrivati invece nel cuore di Beverly Hills, immancabile è il riferimento al celeberrimo “Pretty Woman”, con le sue attrazioni superchic tra Rodeo Drive e Wilshire Boulevard, che vanno dalla boutique Boulmiche, dove Julia Roberts fa il primo tentativo (fallito) di shopping, all’albergo Beverly Wilshire, nel quale i due protagonisti vivono la loro storia d’amore. Per rimanere in tema di hotel e cinema, peraltro, tra le attrazioni più lussuose dello StarLine Tour c’è lo Chateau Marmont, il castello che ha ospitato, fra i tanti, anche il set di “Somewhere” di Sofia Coppola. 
L'hotel Chateau MarmontLe ultime ad essere “esplorate”, sono le Hollywood Hills, che tra i loro tornanti custodiscono alcune delle dimore più belle della città. E sono proprio queste famose colline che offrono un’ultima grande emozione ai turisti. Non a caso, dopo un discreto numero di curve, l’autista si ferma per l’unica tappa durante la quale i passeggeri possono scendere dal pullman. Percorrendo una breve scalinata, si arriva ad un belvedere dal quale si può godere della città di Los Angeles in tutta la sua immensità, con gli altissimi grattacieli di Downtown, gli enormi studi cinematografici, il verde dei parchi e l’orizzonte senza fine dell’oceano. E basta spostare di poco lo sguardo per vedere lui, l’Hollywood Sign, che con le sue 9 bianche lettere pare talmente vicino da poterlo toccare.

StarLineHollywoodSignE una volta tornati alla base, il sorriso è assicurato. Stuzzicante, bisogna ammetterlo, il pensiero di poter raccontare a parenti e amici di aver visitato le zone più esclusive della capitale del cinema in soli 120 minuti, il tutto a bordo di una decapottabile decisamente particolare. 

INFORMAZIONI
Costo del biglietto: circa 47 dollari, acquistabile scontato sul sito starlinetours.com o a prezzo intero presso lo Starline Hollywood Terminal - Grauman's Chinese Theatre, 6925 Hollywood Blvd., Los Angeles. Durata del tour: 2 ore.

 

Stampa

0
0
0
s2sdefault