Italian English

Notizie dall'estero

‘Hanna’, tra Germania, Marocco e Finlandia

L’action movie di Joe Wright vede la partecipazione di Saoirse Ronan, Eric Bana e Cate Blanchett

Saoirse-Ronan-HannaIl connubio tra cinema d’azione e location mozzafiato sta per fare ritorno al cinema. Per il 13 maggio è infatti atteso ‘Hanna’, film diretto da Joe Wright (noto per ‘Orgoglio e Pregiudizio’ e ‘Il Solista’) con Saoirse Ronan (‘Amabili resti’) e i più famosi Eric Bana, Cate Blanchett e Tom Hollander. L’opera  è un action-thriller con tutti i tratti tipici del cinema di genere: Hanna (la Ronan) è un’adolescente addestrata tra i ghiacci della Finlandia come un soldato delle forze speciali dal padre ex-agente CIA (Bana), intenzionato a trasformare la figlia nel killer perfetto. A primo acchito il classico plot, tra preparazione, voglia di emergere e il ripensamento finale, condito però dalle location suggestive di Germania, Marocco e Finlandia, i tre paesi in cui il film è girato. A spiccare sono certamente gli spazi e gli angoli tedeschi, i più utilizzati dalla produzione: da ricordare le scene presso l’Hotel Concorde e il parco giochi Spreepark (Planterwald) di Berlino, e quelle girate presso Amburgo e Bad Tölz (nota località turistica e termale a circa 50 km a sud di Monaco). In Marocco, invece, il film di Joe Wright (per la prima volta alle prese con un action-movie) si è arricchito delle straordinarie bellezze diEssaouira, già location per ‘Alexander’ di Oliver Stone e ‘Detenzione illegale’ di Gavin Hood, e Ouarzazate (‘Il Gladiatore’ e ‘The Way Black’); meno utilizzate in altre opere cinematografiche sono invece  Kemijärvi  e Ruka, le due città finlandesi - entrambe situate nella regione della Lapponia - che fanno da sfondo all’addestramento di Hanna.

Prodotto dal tedesco 'Studio Babelsberg' e dall’americana 'Marty Adelstein Productions','‘Hanna’ si avvale  anche della fotografia di Alwin H. Kuchler (pluripremiato per ‘Morven Callar’ e ‘ Codice 46’) e delle musiche dei Chemical Brothers, tra i maestri della musica elettronica dell’ultimo ventennio. 

Stampa

0
0
0
s2sdefault