Italian English

Notizie dall'Italia

Film Commission festeggia 5 anni di cinema e fiction a Lecco

Lecco-Film-Commission 5-anni dic2014-6-510x382

LECCO – Si tratta del primo sportello provinciale di Lombardia Film Commission, ente che ha come finalità quella di attrarre le produzioni cinematografiche ed audiovisive in un determinato territorio: Lecco Film Commission nasce 5 anni fa grazie alla fortunata intuizione di Paolo Cagnotto, attuale responsabile.
Da sempre l’attività svolta da questo sportello si è configurata quasi come un’attività di volontariato. Forte però della dedizione e dell’impegno dei suoi componenti, Lecco Film Commission sta avanzando nella direzione di un’associazione ben strutturata, i cui bilanci dopo 5 anni di attività si possono definire più che positivi. I festeggiamenti di questo primo traguardo sono stati festeggiati in mattinata presso l’NH Lecco Pontevecchio in Via Azzone Visconti a Lecco.Tanti i tesori nascosti lungo le sponde del Lago di Como, a partire dalle due città che “chiudono” i suoi rami, Lecco e Como: tesori che non hanno mancato di attirare in questi 5 anni di attività registi e produttori stranieri, dall’India (Bollywood) e dalla Cina.Due i film indiani girati sul lago di Lecco, tra Corenno Plinio e il Castello di Vezio, location di cui il regista bollywoodiano si è letteralmente innamorato. Lo scorso novembre a “perlustrare” la città e il suo territorio alla ricerca di una location invece sono stati i cinesi, rimasti decisamente soddisfatti. “Grazie a queste produzioni – ha commentato Paolo Cagnotto – è innanzitutto il Comune stesso a riscoprire le bellezze della città, l’importanza del cosiddetto cineturismo non è più secondaria per rilanciare il territorio.”
A portare l’idea che sostiene Film Commission nel mondo da circa 3 anni è Marta Soligo, ricercatrice presso Lombardia F.C. e Lecco F.C., la cui relazione su come un territorio in degrado può svilupparsi dopo aver ospitato una produzione cinematografica è stata apprezzata e accettata negli Stati Uniti, alla Ucla (University of California, Los Angeles), in Messico presso la Mexico City Film Commission, in Inghilterra e a Madrid, presso la sede dell’Organizzazione Mondiale del Turismo: “La volontà è quella di avviare buone collaborazioni con enti comunque importanti in quest’ambito e che sull’Italia e la Lombardia hanno da sempre una particolare attenzione” ha spiegato Marta Soligo “il fatto che il mio paper abbia avuto un buon riscontro anche a Madrid dimostra come cinema e turismo siano un buon connubio: è dimostrato che il viaggio in città o località che hanno ospitato una produzione cinematografica è molto gettonato.”
Presente ai festeggiamenti anche il Direttore Generale della Lombardia Film Commission di Milano Alberto Contri, che non poteva non ricordare l’esperienza vissuta con la troupe della famosa fiction Rai “Una grande famiglia”, che tra ottobre e novembre ha girato a Lecco gran parte delle scene della terza stagione, in onda dal prossimo marzo su Rai 1: “La troupe si è trovata benissimo – ha commentato Contri – tutti sono stati felici dell’assistenza ricevuta dal territorio. La Provincia di Lecco aveva ospitato già i tecnici della prima stagione della fiction e sono felice di annunciarvi che il produttore ha deciso di tenere Lecco e le sue fantastiche location per girare anche la quarta stagione.” Due gli obiettivi fondamentali che animano il lavoro di Film Commission, ricordati dal Direttore Contri: da un lato creare un indotto attraverso il coinvolgimento di tutte le maestranze del territorio e di vari enti; dall’altro puntare al cineturismo, risorsa imprescindibile per il rilancio dei territori.
“Naturalmente le difficoltà che si incontrano nel momento in cui si decide di ospitare una produzione non sono facilmente superabili, stiamo lavorando per snellire un po’ il sistema e il nostro modello è Torino, dove anni fa è stata fatta una delibera quadro contenente tutti gli enti chiamati a collaborare con la Film Commission: questo consente di rendere più veloci e snelle le varie questioni logistico-burocratiche che ci troviamo ogni volta ad affrontare, ad esempio i permessi relativi al traffico o all’utilizzo di luoghi privati ecc… Nel frattempo ringrazio Paolo Cagnotto per il lavoro fatto a Lecco con l’augurio di proseguire su questa strada: auspico alle due città “rivali” del Lago di Como di trovare al più presto un’intesa, perché questo posto incanta gli stranieri di tutto il mondo da sempre.”
Nel mondo sono 350 le Film Commission attive, 17 delle quali in Italia. In Lombardia gli sportelli operativi dopo quello di Lecco sono Bergamo, Brescia, Como, Pavia, Sondrio e Lodi.

 

Stampa

0
0
0
s2sdefault