Italian English

Notizie dall'Italia

Come attrae cinesi e indiani la Lombardia Film Commission

Telecamere e attrezzature si prenotano online e si affittano a Milano. Ecco come Lombardia Film Commission ha attirato 600 produzioni cinematografiche
 
Lombardia Film Commission

“Viaggiate leggeri, a Milano trovate i migliori professionisti, le migliori maestranze e le tecnologie più performanti per assistervi”.
E’ il titolo di una campagna ideata da Alberto Contri, già noto guru della pubblicità, e oggi direttore generale uscente di Lombardia Film Commission che solo negli ultimi 4 anni Lombardia Film Commission ha assistito oltre 600 produzioni che hanno generato 40 milioni di euro di fatturato nell’indotto.
È l’obiettivo dell’iniziativa “Viaggiare leggeri”, progetto promosso insieme a Società Expo 2015

 300 troupe leggere (per news, documentari e spot) da 140 paesi partecipanti, per generare un indotto di circa 25-30 milioni di euro. Sono gli obiettivi dell’iniziativa “Viaggiare leggeri” durante i sei mesi di Expo, secondo Lombardia Film Commission. La fondazione regionale, che ha promosso il progetto insieme a Società Expo 2015, stima tali risultati per difetto e al netto delle grandi produzioni per eventuali lungometraggi.
 
Con “Viaggiate Leggeri”, Lombardia Film Commission punta a suggerire alle troupe internazionali che si recheranno a Milano nel corso dell’Esposizione Universale di risparmiare lungaggini alle dogane (per ragioni di sicurezza, i cui livelli sono saliti dopo gli attentati di Parigi)
 
“Pochi sanno che oggi – racconta infatti Contri - a causa della enorme quantità di elettronica contenuta in cineprese e attrezzature di servizio, per motivi di sicurezza ci vogliono anche due giorni perché una telecamera proveniente dall’estero al seguito di una casa di produzione ad esempio americana, possa passare la dogana. Un set di batterie, per esempio, deve essere controllato accuratamente perché potrebbe contenere panetti esplosivi… e con tutto quello che sta capitando i controlli si fanno ovviamente sempre più meticolosi. Inoltre è noto che, data la rapida obsolescenza degli strumenti di questo settore, nessuno possiede più attrezzature proprie, ma tutto si noleggia”. Per questo Lombardia Film Commission propone di noleggiare i materiali on-line a Milano. Grazie a scelte di questo tipo le troupe internazionali risparmiano sui tempi morti del viaggio, sull’extra-bagaglio e possono contare su una efficiente assistenza tecnica per i materiali noleggiati a Milano.
Sul sito di Lombardia Film Commission è pubblicata una corposa Production Guide con i riferimenti di aziende di servizi dalla qualità certificata e i nominativi di professionisti specializzati. Nella Production Guide risultano censite 1991 aziende di produzione e distribuzione (il 20,1% del totale), 277 editori (il 12,9% del totale). La Lombardia è seconda per il dato degli addetti (il 24% del totale contro il 43% del Lazio), ma prima per fatturato (38% del totale, contro il 28% del Lazio), in quanto in Lombardia operano in particolare editori televisivi, e forme di produzione diversificate con autentiche eccellenze nella post produzione. Ben 7 aziende su 10 sono attive nella provincia di Milano.
 
«Negli ultimi anni – spiega Alberto Contri, direttore generale di Lombardia Film Commission – è esplosa la crisi della pubblicità, sia per la concorrenza di altri paesi assai meno costosi, sia per la tendenza delle multinazionali a usare nel mondo la medesima campagna prodotta dalla casa madre. Forti dei risultati raggiunti in questi ultimi quattro anni (oltre 600 produzioni assistite e quasi 40 milioni di indotto), anche grazie alle troupe fatte arrivare da India e Cina, i maggiori fornitori tecnici hanno fatturato nel difficilissimo 2014 il 10% in più del 2013. Siamo convinti che attraverso l’iniziativa “Viaggiate Leggeri” si possa continuare a tenere vivo e vivace, grazie all'opportunità di Expo2015, un comparto che è autentica eccellenza della nostra Nazione nel mondo».

Stampa

0
0
0
s2sdefault