Italian English

Notizie dall'Italia

Udine come set cinematografico de 'Il bacio'

Sarà girato nel capoluogo friulano, a partire dal 27 aprile, il film “Il bacio”, del regista e scrittore Ivan Cotroneo
Ivan-Cotroneo-e1367843675895Udine si prepara a trasformarsi in set cinematografico. Sarà infatti girato interamente nel capoluogo friulano per sei settimane, a partire dal 27 aprile, il film “Il bacio”, del regista e scrittore Ivan Cotroneo, che è anche autore dell’omonimo romanzo da cui la pellicola è tratta.
Tornerà così per la terza volta in regione – dopo Il ragazzo invisibile di Salvatores e La ragazza del lago di Malaioli - la Indigo Film, società di produzione cinematografica tra le più prestigiose in Italia, che vanta al proprio attivo anche l’Oscar 2014 per La Grande Bellezza di Paolo Sorrentino. Cotroneo ha esordito alla regia proprio con la Indigo, adattando il proprio romanzo La kryptonite nella borsa. Dopo i sopralluoghi effettuati sul territorio, in collaborazione con la Friuli Venezia Giulia Film Commission – spiega il presidente Federico Poilucci – la produzione ha individuato nell’istituto Marinoni di Udine la principale location del film. Questa sarà la scuola frequentata dai tre protagonisti della storia, tre amici adolescenti, alle prese con la ricerca della felicità, con le loro “prime volte” e che si confronteranno anche con questioni molto attuali, quali il bullismo e l’omofobia.

Poilucci anticipa che sono anche state individuate le tre abitazioni dei protagonisti e delle rispettive famiglie. Sono a Moruzzo, Pasian di Prato e Cussignacco. Quanto a Udine, oltre che nella scuola saranno girate scene in tutto il centro città, a partire dalla Loggia del Lionello, da via Mercatovecchio e piazza Matteotti. Un paio di ciak interesseranno anche Cividale ed il Natisone. Due giorni di riprese si svolgeranno infine a Roma.

Il presidente della Fvg Film Commission riferisce che si è concluso il casting, svoltosi anche nella nostra regione, per i protagonisti, che saranno tre esordienti, ancora da individuare. Identificati gli adolescenti, si passerà alla scelta degli attori adulti.

Poilucci fa sapere che la produzione ha fatto richiesta di finanziamento – 200mila euro, quello massimo consentito dall’fvg film found. La commissione deve ancora riunirsi – afferma – ma ci sono davvero pochi dubbi sul fatto che la produzione otterrà i fondi.

E’ grande la nostra soddisfazione – commenta – per aver riportato nuovamente la Indigo in regione e che la pellicola si giri completamente a Udine. Il capoluogo friulano era già stato set nel 2006 per “La ragazza del lago” di Molaioli e nel 2012 per “Bella addormentata” di Marco Bellocchio. Si conferma dunque la vocazione della nostra regione ad ospitare grandi registi e produzioni.

Poilucci evidenzia l’indotto economico, occupazionale oltre che di ritorno di immagine legato alla realizzazione del film a Udine. Della troupe farà parte almeno una ventina di maestranze del luogo. Più ci saranno comparse e attori secondari.

Il presidente della Fvg Film Commission annuncia inoltre che in tarda primavera sarà girato a Udine e dintorni il film della registra australiana, ma originaria del Friuli, Routh Borghello. Si tratta della prima coproduzione italo astrualiana in assoluto. Tra Gorizia e Trieste, infine, si girera à presto una fiction per rai uno sulla Grande Guerra: “Il confine”, di Carlo Carlei.

Stampa

0
0
0
s2sdefault