Italian English

Notizie dall'Italia

Lariowood, ecco il patto storico: zero tasse per chi gira film

SetLariowoodL’ultimo precedente è di pochi giorni fa: un set coreano che ha portato a Como una trentina di persone. Ma il fenomeno è di lunghissima data. Si chiama “Lariowood” e comprende decine e decine di titoli – tra lungometraggi, corti, ricostruzioni storiche, spot – ispirati o ambientati sul Lario. Opere audiovisive capaci di trasmettere, secondo prospettive diverse, il fascino del nostro territorio. Ribadiscono, in una ideale “Hall of fame”, che il Lario è da decenni una autentica Mecca del cinema.
In tempi recenti si è cercato di valorizzarla a scopi turistici, con la guida della Camera di Commercio “Le stelle del Lago di Como”. Adesso, tirando le somme di un lavoro diplomatico in corso da tempo, arriva anche il Comune di Como. Con un accordo strategico della durata di cinque anni (rinnovabili) da siglare martedì alle 10 in sala Stemmi, a Palazzo Cernezzi, tra il sindaco Mario Lucini e il presidente di Lombardia Film Commission Alberto Di Rubba. Che faranno? Firmeranno un «protocollo di intesa per la promozione del territorio comasco con le produzioni cinematografiche e televisive».
Cosa prevede? L’impegno ancor più stringente che in passato per la Lombardia Film Commission di “vendere” il brand Lago di Como alle produzioni a caccia di location a patto che «ne promuovano e pubblicizzino positivamente l’immagine». Il partner regionale dovrà anche «collaborare con le attività di formazione in campo cinematografico presenti in città». Il Comune, da parte sua, mette sul piatto «un unico ufficio di contatto» per le pratiche burocratiche, «un’area di rimessaggio per i mezzi/automezzi/macchinari» e soprattutto «l’abbattimento del 100% della tassa di occupazione suolo pubblico».
Inoltre i due partner, ciliegina sulla torta, «si impegnano a ideare e proporre una nuova fiction televisiva da ambientarsi in città e sul lago di Como, che valorizzi in modo particolare la cultura e le tradizioni locali». Il direttore della film commission, Alberto Contri, da tempo suggerisce ai comaschi una fiction sul padre della pila Alessandro Volta. Un partner che ha già operato a Como, la Lombardia Film Commission – fondazione istituita da Regione Lombardia, Comune di Milano, Unioncamere Lombardia e Fondazione Cariplo – portando sul lago molte produzioni asiatiche. Adesso ha un partner istituzionale con cui dialogare quotidianamente.

Stampa

0
0
0
s2sdefault