Italian English

Notizie dall'Italia

A Matera si parla di Cineturismo

L’ideatore del neologismo Michelangelo Messina tra i relatori del convegno.

GalBradanica“Il paesaggio nel cinema, rapporto tra produzione audiovisiva, turismo ed economia”, questo il titolo della tre giorni di studi, workshop e tavola rotonda che si terranno a Matera e dintorni nell’ambito della IV edizione della BTRE (Borsa del Turismo Rurale e dell’Esperienza) organizzata dal GAL Bradanica.
Si discuterà sull’importanza della produzione audiovisiva per la promozione e l’economia del territorio alla presenza di esperti, tour operator e rappresentanti istituzionali, tra cui il Presidente della regione Basilicata Massimo Pittella, i presidenti dei GAL della Lombardia e del Veneto, e l’ideatore del neologismo Cineturismo nonché presidente dell’osservatorio permanente sul fenomeno in Italia, Michelangelo Messina.
Nel fitto programma oltre alla tavola rotonda, un workshop tra bayers and sellers, un movie tour e un momento di approfondimento con “Cineturismo Experience: un aperitivo con l'autore” in cui interverrà lo stesso Messina insieme a tre giovani e quotati autori del Sud Italia. “Quale miglior luogo per parlare di Cineturismo se non Matera ha dichiarato Michelangelo Messina, “sin dall’inizio del progetto “Cinema e Territorio”, da me ideato Matera è stata per eccellenza la location che ha rappresentato il fenomeno in Italia grazie al film Passion di Mel Gibson. Tra l’altro questa storica location sta brillando nuovamente sotto i riflettori internazionali grazie alle riprese del film Ben Hur”. In quest’ultimo decennio il fenomeno del Cineturismo in Italia si è ampliato esponenzialmente con molte località che ne hanno tratto un forte vantaggio promozionale ed anche economico per il proprio territorio grazie alle produzioni cinematografiche nazionali ed internazionali che le hanno scelte quali set per i loro film. Bisogna infatti considerare che oltre all’immediato indotto economico che viene lasciato sul territorio da una produzione (basti pensare ai 50 milioni di € per Ben Hur a Matera e ai 25 milioni a Roma per James Bond Spectre) le produzioni cine televisive producono un vero e proprio spot per il territorio scelto, i cui risvolti economici si apprezzano a medio e lungo termine. Secondo gli ultimi studi sono oltre 100 milioni di visitatori nel mondo che ogni anno scelgono la meta delle loro vacanze sulla scia di un’emozione provata al cinema, un fenomeno che ha portato migliaia di turisti in località come l’Umbria di Don Matteo, la Sicilia di Montalbano, l’isola di Procida con il Postino o la Puglia con le innumerevoli produzioni attratte dalla sua Film Commission.

Stampa

0
0
0
s2sdefault