Italian English

Notizie dall'Italia

La Toscana delle stelle: la regione protagonista al Festival di Cannes

IL-RACCONTO-DEI-RACCONTI-jcreillySta per iniziare sulla Croisette la 68esima edizione del Festival del cinema di Cannes, che si terrà dal 13 al 24 maggio prossimi. Come annunciato nel corso della conferenza stampa, il cinema italiano sarà protagonista con una tripletta di film in concorso di registi molto amati in Francia e nel mondo: in competizione ci sono infatti Mia madre, di Nanni Moretti (Palma d'oro a Cannes per La Stanza del figlio), Youth-La giovinezza, di Paolo Sorrentino (premiato con due Grand Prix per Il divo e per This must be the Place) e Il Racconto dei Racconti, di Matteo Garrone (anche lui vincitore di due Grand Prix della Giuria a Cannes per i film Gomorra e Reality). Titoli a cui si va ad aggiungere un'altra presenza italiana, quella del film di Roberto Minervini, Louisiana (The Other Side), in concorso nella sezione Un certain régard.

Il film di Matteo Garrone, Il Racconto dei Racconti (Tale of Tales), tratto da alcune novelle de Lo Cunto de li Cunti dello scrittore partenopeo di epoca barocca Giambattista Basile, è girato in parte in Toscana, al Castello di Sammezano, a Reggello, e al Parco Archeologico della città del Tufo, in particolare alle vie cave etrusche di Sorano. Le riprese toscane sono durate in tutto 20 giornate, in collaborazione con Toscana Film Commission. Una curiosità: sul set di Garrone ha debuttato... a soli 15 giorni di vita il piccolo Gherardo Toccafondi, bambino pratese, che si vede in una scena in braccio a Salma Hayek.
A rappresentare la Toscana sul tappeto rosso di Cannes non saranno soltanto alcune “magiche” location, come le ha definite il location manager Gennaro Aquino, profondo conoscitore e estimatore della nostra regione, ma anche la presenza di alcuni attori, come Alba Rohrwacher e Massimo Ceccherini – protagonista del film a fianco a Vincent Cassel - e dello sceneggiatore Ugo Chiti, che ha scritto il film con Edoardo Albinati e Massimo Gaudioso.

Nel film "Mia madre" di Nanni Moretti compare in una scena il senese Domenico Diele, protagonista della serie 1992 andata in onda su Sky, oltre a Pietro Ragusa, fiorentino. Senza dimenticare che la grande protagonista del film, Margherita Buy, è di origini toscane, per la precisione fiorentino-pistoiesi.

Il festival del cinema francese sarà inoltre una vetrina internazionale per i giovani autori toscani, che potranno presentare allo Short Film Corner i loro cortometraggi. Tra i titoli, A vuoto, di Adriano Giotti (sostenuto dal Fondo Incoming di Toscana Film Commission); A new born, di Simone A. Tognarelli; Culorzones, di Francesco Giusiani; Uomo in mare, di Antonella Santarelli; Fuoco e scintille, di Jacopo Mancini; Il fascino di Chiamarsi Giulia, di Samuele Alfani; L’attesa, di Giovanni Mezzedimi (sostenuto dal Fondo Incoming di Toscana Film Commission); Boulevard des Italiens (girato a Parigi e Prato), di Matteo Querci, nel quale compaiono la fiorentina Barbara Enrichi e il pratese Francesco Ciampi; Suspensum, mediometraggio di Filippo Morelli.

Stampa

0
0
0
s2sdefault