Italian English

Notizie dall'Italia

Rieti, Kim Rossi Stuart gira il suo nuovo film

ROSSIIIIIIISTUUUUUARTKim Rossi Stuart è al San Camillo De Lellis ricoverato dopo una caduta da un albero. Esce dagli ambulatori e raggiunge la fermata degli autobus per salire di corsa a bordo della Sama 153 per il Terminillo. E' solo una delle scene dell'ultimo film dell'attore romano che ha scelto Rieti come location del suo film "Il Centro del Mondo", prodotto dalla Palomar, la stessa di Braccialetti Rossi, Il commissario Montalbano, Il Giovane Favoloso.

LE COMPARSE REATINE
Ancora top secret la trama, le riprese vanno avanti da oltre un mese tra Rieti, Contigliano, Cottanello e Poggio Fidoni alto. L'attore arriva presto sul set, allestito all'ingresso dell'ospedale. Le comparse, scritturate per le 8, si ritrovano nell'area tecnologica. Sarà una giornata lunga per loro, una trentina tutte di Rieti, selezionate tra i 450 che nel marzo scorso presero parte ai casting promossi dalla Rieti Film Commission.

E' proprio grazie all'impegno dell'associazione, nata con l'obiettivo di far divenire Rieti meta di numerose produzioni cinematografiche, imprimendo così nuovo impulso all'economia della città e del suo territorio, che tutto questo è stato possibile. Dalle finestre dell'ospedale infermieri e pazienti osservano curiosi la scena, che lentamente si anima di bambini che corrono, nonne con cagnolini, infermieri e dottori, passanti comuni.

LA STRATEGIA DI FILM COMMISSION
Il nostro progetto -spiega Claudio Talocci, presidente della Rieti Film Commission - è stato lanciato, piace e porta Rieti in giro per il mondo. Le produzioni scoprono il nostro territorio e il territorio ci guadagna. Un centinaio le persone che in questo mese hanno lavorato al film di Rossi Stuart. Tutta gente che ha mangiato, dormito e fatto compere a Rieti".

Affinché tutto questo non vada perso è ora il momento che tutti gli enti pubblici e le istituzioni locali partecipino con vigore alla realizzazione dell’opportunità che l’industria cinematografica diventi motore del rilancio economico. Soddisfatta dell’accoglienza Patrizia Massa, produttore esecutivo Palomar. “Dovevamo girare a Rieti solo una settimana invece le vostre bellezze ci hanno affascinato e siamo rimasti oltre un mese, grazie anche alla fantastica accoglienza e alla piena collaborazione con la Rieti Film Commission”. Durerà sei mesi circa il lavoro di post produzione. Poi il film uscirà nelle sale italiane.

Stampa

0
0
0
s2sdefault