Italian English

Notizie dall'Italia

Una “Film Commission” bellunese

L’idea del Consorzio Dolomiti per attrarre produzioni cinematografiche

Pellicola 2Sempre più film vengono girati sulle Dolomiti. In molti bellunesi nasce il desiderio di conoscere trama e protagonisti, altri sperano di far parte del cast, almeno come comparsa, altri sperano di poter a servizio della produzione le loro professionalità e per alcuni c’è il semplice ma grande orgoglio di vivere in località stupende, ricche di storia e di storie da raccontare. In tutti i casi, quello che difficilmente si sa, è il grande lavoro che sta dietro la cinepresa e prima ancora nell’ideazione e nella scrittura di un film o anche di un “semplice” spot pubblicitario.
Le Film Commission hanno lo scopo di attrarre le produzioni cinematografiche e audiovisive a operare nel proprio territorio di riferimento, fornendo aiuto, servizi e assistenza. Ne esistono già nei territori limitrofi: nel Veneto ci sono a Treviso, Padova, Vicenza, Venezia e poi a Trento e a Bolzano, in Friuli Venezia Giulia e in quasi tutte le Regioni d’Italia.
Anche Belluno ha voluto dotarsi di una realtà operativa che sta nascendo in questi giorni su volontà del Consorzio Dolomiti, il consorzio di imprese presieduto da Fabrizio Piller Roner, e con il riconoscimento della Regione Veneto.
La nascita della “Film Commission Belluno Dolomiti” è stata deliberata nei giorni scorsi dal consiglio d’amministrazione del consorzio e sta riscuotendo ampi consensi e interessi tra gli enti pubblici e privati che ravvedono, in questa entità, l’opportunità di presentare e valorizzare le caratteristiche ambientali e artistiche, nonché le professionalità locali e dei servizi.
L’organizzazione sta muovendo i primi passi, che sono molto concreti, perché sta già accompagnando la produzione del suo primo film: la Film Commission cercherà il casting in base alle esigenze del produttore, definirà le “location”, gli ambienti ove girare – e qui è già cominciata la richiesta dei Comuni per poter vedere nel film le bellezze del proprio territorio - , collaborerà con enti e amministrazioni comunali per i permessi e le autorizzazioni, realizzerà corsi e laboratori per formare le professionalità utili al mondo cinematografico. Per ogni informazione è possibile rivolgersi al Consorzio Dolomiti

 

Stampa

0
0
0
s2sdefault