Italian English

Notizie dall'Italia

Apulia FC presente alla 33^ edizione del Torino Film Festival con due documentari

apulia-film-commissionApulia Film Commission è presente alla 33^ edizione del Torino Film Festival con due sue produzioni realizzate per "progetto memoria": i documentari "Anapeson" di Francesco Dongiovanni e "Il successore" di Mattia Epifani, quest'ultimo selezionato anche al Festival IDFA di Amsterdam.

Prosegue il trend positivo di presenze di Apulia Film Commission nei più prestigiosi festival cinemagrafici italiani ed europei. Dopo Venezia, Cannes, Amsterdam e il Roma Fiction Fest (in pieno svolgimento), AFC approda alla 33^ edizione del Torino Film Festival, in programma nel capoluogo piemontese dal 20 al 28 novembre, con due sue produzioni: i documentari “Anapeson” (“Senza sonno”) di Francesco Dongiovanni e “Il successore” di Mattia Epifani, quest’ultimo selezionato anche all’IDFA – International Film Festival di Amsterdam.

I due progetti filmici sono stati realizzati per “Progetto Memoria 2014”, iniziativa che affida ai giovani registi pugliesi la realizzazione di documentari e cortometraggi che contribuiscono alla diffusione dell’identità e della storia della regione Puglia.

Il film breve “Anapeson” (produzione esecutiva Murex Production) scritto dal regista Francesco Dongiovanni con Marco Cardetta, racconta con un linguaggio originale e forti scene d’impatto, la storia del castello-masseria abbandonato di San Basilio-Mottola, in provincia di Taranto, vero tesoro architettonico e storico, residenza per secoli dei duchi De Sangro-Caracciolo, proprietari del più grande latifondo del Sud Italia.

Il documentario “Il successore”, invece, racconta la vicenda di Vito Alfieri Fontana, un ingegnere ed ex proprietario della Tecnovar, azienda pugliese specializzata nella progettazione e nella vendita di mine antiuomo. In seguito a una profonda crisi esistenziale l’ingegner Fontana mette in discussione se stesso, il suo lavoro e i rapporti con la sua famiglia, in particolar modo con il padre, figura tanto carismatica quanto ingombrante. Il peso della successione e delle responsabilità si scontrano così con l’intima esigenza di interrompere la produzione di mine antiuomo.

Stampa

0
0
0
s2sdefault