Italian English

Notizie dall'Italia

Natale a Matera, il presepe vivente fra i Sassi è un omaggio al cinema

Matera Natale

Sarà possibile - spiegano gli organizzatori - affiancare i figuranti delle Pro loco diventando un 'visit-attore', indossando gli abiti di scena ed entrando a far parte del presepe

Un set unico, quello dei Sassi di Matera, un presepe vivente lungo cinque chilometri e animato da 300 figuranti, un omaggio al grande cinema di Ben Hur, Il Vangelo secondo Matteo e The Passion con l'arredo scenografico di Cinecittà Studios. E' tutto pronto nella città Capitale europea della cultura 2019 per la sesta edizione del presepe vivente. I primi cinque appuntamenti sono programmati dal 4 all'8 dicembre, nel formato "maxi" (ingresso 5 euro), con il percorso dal Sasso Barisano al Sasso Caveoso. La seconda versione - il 13, 19 e 20 dicembre e l'1-2-3 gennaio - andrà in scena, solo nel Caveoso, su un percorso di 1,5 chilometri (ingresso 2 euro): il presepe vivente del visit-attore, "l'altra grande novità di quest’anno. Sarà possibile - spiegano gli organizzatori - affiancare i figuranti delle Pro loco diventando un 'visit-attore', indossando gli abiti di scena ed entrando a far parte del presepe nelle vesti di un soldato, un pastore, un popolano, un fabbro o un sacerdote del tempio". Quest'anno il tema del presepe nei Sassi sarà la famiglia, con i 300 figuranti (tra cui il Gruppo storico romano) che riproporranno l'atmosfera di duemila anni fa, sotto il controllo romano. Le Pro loco di Crispiano, Rionero in Vulture, Barile e Palazzo San Gervasio realizzeranno le scene dell'Annunciazione, della Natività, degli antichi mestieri, della corte di Erode e della Visitazione. Dal 4 all'8 dicembre, grazie al materiale di arredo scenografico messo a disposizione da Cinecittà Studios, sarà inoltre reso omaggio ad alcune famose opere cinematografiche come Ben-Hur di William Wyler (1959), Il Vangelo secondo Matteo di Pier Paolo Pasolini (1964), Gesù di Nazareth di Franco Zeffirelli (1977), La Passione di Cristo di Mel Gibson (2004) e Nativity di Catherine Hardwicke (2006). Pasolini, Gibson e Hardwicke, con le loro pellicole, hanno contribuito a far conoscere al mondo la bellezza di Matera, scelta non a caso l'anno scorso come set hollywoodiano del remake di Ben Hur. Gli organizzatori hanno poi annunciato che il 3 gennaio sarà una giornata speciale dedicata all'integrazione e all'abbattimento delle barriere architettoniche: ai visitatori disabili, insieme con loro accompagnatori, sarà garantito l'accesso gratuito. Ci sarà, come di consueto, spazio per i prodotti tipici locali. E alla fine di un lungo mese nello straordinario scenario dei Sassi, una parte del ricavato - fanno sapere dall'organizzazione - sarà devoluto al Comune di Matera per finanziare le politiche sociali.
Fonte: Repubblica.it (Bari)

Stampa

0
0
0
s2sdefault