Italian English

Notizie dall'Italia

cinema, audizione alla pisana su roma lazio film commission

 

rbjgjcLa V commissione del Consiglio regionale ha ascoltato questo pomeriggio Luciano Sovena e Cristina Priarone, rispettivamente presidente e direttore generale della Roma Lazio Film Commission. Al centro dell'audizione l'attività della fondazione dopo il rientro della Regione tra i soci, previsto dalla legge di modifica della normativa regionale in materia di cinema e audiovisivo approvata alla Pisana a novembre del 2013. Nel corso della seduta è stato ricordato che il compito principale della Film Commission è quello di incentivare le produzioni nazionali e internazionali a girare nel territorio regionale, agendo come facilitatore, assistendo le imprese nelle attività amministrative e intervenendo come "leva" per generare opportunità. Rispetto all'attività svolta, si è messo in evidenza il ritorno, a Roma e nel Lazio, delle grandi produzioni nazionali e internazionali, con una rilevante ricaduta per l'indotto, non soltanto in termini di maestranze e mezzi tecnici. Si è poi parlato della necessità di intervenire per semplificare gli aspetti burocratici legati alle riprese, specialmente quello dei permessi e degli accessi, per incentivare le produzioni a girare nel territorio e creare così maggiori possibilità occupazionali. Altro tema trattato, sempre a proposito di occupazione, quello del futuro di Cinecittà e delle possibili strategie per il suo rilancio. Sollecitato inoltre il sostegno alle piccole produzioni, ai nuovi autori e all'impiego delle nuove tecnologie, anche attraverso la creazione di un fondo dedicato. Si è discusso, infine, dell'esercizio cinematografico e della necessità di fare una sorta di mappatura delle sale chiuse e, tra di esse, di quelle riconvertite o non riutilizzate. 

La V commissione del Consiglio regionale ha ascoltato questo pomeriggio Luciano Sovena e Cristina Priarone, rispettivamente presidente e direttore generale della Roma Lazio Film Commission. Al centro dell'audizione l'attività della fondazione dopo il rientro della Regione tra i soci, previsto dalla legge di modifica della normativa regionale in materia di cinema e audiovisivo approvata alla Pisana a novembre del 2013. Nel corso della seduta è stato ricordato che il compito principale della Film Commission è quello di incentivare le produzioni nazionali e internazionali a girare nel territorio regionale, agendo come facilitatore, assistendo le imprese nelle attività amministrative e intervenendo come "leva" per generare opportunità. Rispetto all'attività svolta, si è messo in evidenza il ritorno, a Roma e nel Lazio, delle grandi produzioni nazionali e internazionali, con una rilevante ricaduta per l'indotto, non soltanto in termini di maestranze e mezzi tecnici. Si è poi parlato della necessità di intervenire per semplificare gli aspetti burocratici legati alle riprese, specialmente quello dei permessi e degli accessi, per incentivare le produzioni a girare nel territorio e creare così maggiori possibilità occupazionali. Altro tema trattato, sempre a proposito di occupazione, quello del futuro di Cinecittà e delle possibili strategie per il suo rilancio. Sollecitato inoltre il sostegno alle piccole produzioni, ai nuovi autori e all'impiego delle nuove tecnologie, anche attraverso la creazione di un fondo dedicato. Si è discusso, infine, dell'esercizio cinematografico e della necessità di fare una sorta di mappatura delle sale chiuse e, tra di esse, di quelle riconvertite o non riutilizzate. Link al Web legge regionale 7/2013 "Modifiche alla legge regionale 13 aprile 2012, n. 2 (Interventi regionali per lo sviluppo del cinema e dell'audiovisivo) e successive modifiche" invia | stampa Vai all'archivio news Torna indietro

Stampa

0
0
0
s2sdefault