Italian English

Notizie dall'Italia

Rimini continua a parlare la lingua del cinema

Rimini si riscopre terra di cinema: quattro nuove produzioni ambientate in città

Dopo l'apertura del Fulgor, indicato dal New York Times come una delle mete turistiche imperdibili di questo 2018, Rimini continua a parlare la lingua del cinema: tra luglio e settembre sono infatti quattro le produzioni che hanno deciso di ambientare le loro storie nella città di Fellini e nei suoi dintorni.

cinema-fulgor-big-beta-2In questi giorni Walter Veltroni sta girando tra il centro (la corte di sala Pamphili, il Ponte di Tiberio, lo stesso Fulgor) e la marina (destra del porto e Grand Hotel) alcune sequenze del suo esordio nel lungometraggio di finzione: una commedia on the road dal titolo ancora provvisorio C'è tempo, con protagonista Stefano Fresi prodotta da Palomar, la società di fiction televisive di grande successo come Il commissario Montalbano. A fine agosto, per 5 settimane, Famiglia film del riminese Piero Maggiò comincerà le riprese di Tutto liscio di Igor Maltagliati, una commedia sentimental/musicale ambientata nel mondo delle balere a cui faranno da set i nuovi e vecchi spazi della città e del suo entroterra. Tra i protagonisti del film: Maria Grazia Cucinotta e Antonio Catania.

Un'altra commedia, incentrata sul tema dell'integrazione e della diversità, inizierà a girare a Rimini e provincia (San Giovanni in Marignano e Coriano) sempre a settembre: Solo cose belle, questo il titolo, anch'esso ancora provvisorio. La regia è di Kristian Gianfreda, la produzione di Coffee Time, Sunset e Comunità Papa Giovanni XXIII. Come Tutto liscio, anche Solo cose belle gode di un finanziamento della Film Commission regionale. Infine, nella settimana a cavallo tra agosto e settembre, il ponte di Tiberio, la Darsena e il grattacielo faranno da sfondo a Mamme fuori mercato, un cortometraggio scritto e diretto da PJ Gambioli sul tema della discriminazione che le madri del ventunesimo secolo devono ancora oggi subire ed affrontare nel mondo del lavoro. Sono invece terminate nel marzo scorso le riprese di Wicked Games, l'ultimo film di Ulrich Seidl, il geniale regista austriaco di Canicola, Gran premio alla regia in un'edizione del festival di Venezia di qualche anno fa.

Stampa

0
0
0
s2sdefault