Italian English

Notizie dall'Italia

Noicattaro, film su Pinocchio, tutto pronto per il ciak

MatteoGarrone1Due le scene che verranno girate: il burattino vittima di un incantesimo si infortuna e poi viene venduto

Il set del remake di «Pinocchio», diretto dal regista Matteo Garrone, è quasi pronto all’interno del più piccolo teatro all’italiana del mondo. Si lavora freneticamente nella location di via Carmine, a due passi dall’omonima chiesa e dal Palazzo della cultura che rappresentano i simboli della storia e della fede locali.La base operativa logistica è ubicata nei pressi del palazzetto dello sport da dove parte una «navetta» di tecnici e attrezzature verso il teatro, mentre nel Palazzo della cultura di via Console Positano è ubicata la parte dedicata al cast e al regista per «trucco e parrucco» e altre esigenze della troupe.Si lavora in maniera frenetica, tant’è che il sipario è stato già montato e la scenografia del teatro è quasi pronta. I giorni effettivi di ripresa saranno due, massimo tre, e non sono ancora noti, ma la circostanza che l’ordinanza del divieto di sosta in via Carmine dall’8 al 10 si «estenda» anche a quello di circolazione, e 24h, sembra essere più di un indizio.Le scene che saranno girate nel minuscolo teatro nojano sono essenzialmente due. 

La prima riguarda l’esibizione di Pinocchio asinello, così trasformato dopo essere entrato con Lucignolo nel «Paese dei balocchi», acquistato al mercato da un direttore del circo che lo farà esibire in un teatrino dell’epoca. Pinocchio si azzoppa durante l’esibizione e diventerà «inutile», al punto da rendersi pelle per tamburi che viene acquistata (questa la seconda scena) nel retro del teatro da un altro mercante.Si tratta di un momento chiave nella trama collodiana e nel film, e il piccolo teatro nojano avrà certamente il suo ritorno di immagine, in quanto riconoscibile, ma non sono previsti «ciak» dei big del cast. In un primo momento si era diffusa la voce che a Noicattaro si dovesse girare la scena con Mangiafuoco interpretato da Gigi Proietti, ma in realtà, a quanto parte, sarebbe già stata ripresa in un’altra location. Come pure Geppetto, interpretato da Roberto Benigni arriverà più in là, sulla Murgia pugliese. Stesso discorso per Rocco Papaleo e Massimo Ceccherini, cioè la Volpe e il Gatto.

Di certo, è presente con le sue attrezzature all’avanguardia una società britannica leader mondiale nella realizzazione di effetti speciali nel cinema. La pellicola di Pinocchio, infatti, attingerà a larghe mani alle più moderne tecnologie del mondo della celluloide, generando effetti scenici di particolare impatto per il pubblico. Non si sa, tra l’altro, se l’azienda specializzata del Regno Unito realizzerà, per esempio, l’asinello Pinocchio, né come.

Fonte: LaGazzettaDelMezzogiorno.it

Stampa

0
0
0
s2sdefault