Italian English

Notizie dall'Italia

Dracula 3D a Torino

draculaargentoSteve Della Casa, presidente della Film Commission Torino Piemonte è orgoglioso, nonostante il periodo difficile, di essere a Cannes con un film tutto piemontese; il prestigioso festival francese, infatti, si accinge ad omaggiare il maestro del brivido Dario Argento. Lo stesso regista racconta di aver trovato in Piemonte la location ideale per il suo Dracula 3D: "I produttori volevano in un primo tempo mandare me e la troupe in Transilvania, ma né lì né in tutto il resto d'Europa, c'erano location adeguate. Ero disperato, poi grazie alla Film Commission piemontese siamo riusciti a scovare i posti giusti per trasporre sullo schermo il romanzo di Stoker".
 
In attesa del passaggio sulla Croisette, che, come sottolinea ancora Steve Della Casa, dà un senso a tutta la selezione italiana a Cannes (Argento e Bertolucci sono stati infatti entrambi sceneggiatori di Leone, che verrà ricordato con la versione restaurata di C'era una volta in America), la Fondazione piemontese ne approfitta per annunciare le produzioni che verranno ospitate sul territorio nei mesi di maggio, giugno e luglio. Per quanto riguarda il cinema si parla di Bianca come il latte, rosso come il sangue, di Giacomo Campiotti, film tratto dal romanzo di Alessandro D'Avenia, che vede come interprete il torinese Luca Argentero e Eva dopo Eva, di Sophie Chiarello, che avrà come protagonista Angela Finocchiaro nei panni di una commessa torinese. La tv punta invece sulla fiction in costume. Marco Turco, già autore delle serie televisiva su Franco Basaglia e Rino Gaetano, dopo La straniera torna infatti a Torino per girare Altri tempi, storia ambientata negli anni della famosa legge Merlin.
 
Nonostante i tempi siano molto duri, il Comune ha tolto 350.000 euro e con la Regione si è ancora in trattative, la Fim Commission Torino Piemonte cercherà di fare il possibile per rimanere fedele alla propria mission portando quanta più occupazione possibile nella Regione. Questo momento di particolare difficoltà e di tagli continui obbliga a ridurre il contributo per le produzioni, ma prima di parlare di cifre si attende di sapere quanto sarà il budget stanziato per quest'anno. Il direttore di Fctp Davide Bracco ha tenuto a sottolineare che il bilancio dell'ente torinese è positivo ricordando quante persone in Piemonte hanno lavorato nel settore cinematografico lo scorso anno grazie a Film Commission: "Su 51 produzioni - dichiara - si sono girati 17 film, 2 fiction tv, 1 soap opera, 20 spot. Hanno lavorato 9.800 comparse, 104 attori professionisti per una ricaduta economica di 28 milioni di euro".

Stampa

0
0
0
s2sdefault