Notizie dall'Italia

FVG: più investimenti sul cinema

Presentato a Trieste il nuovo film di Gabriele Salvatores, "Il ragazzo invisibile", girato nel città giuliana. Serracchiani pensa al futuro del cinema in regione

SerracchianiSalvatores"Da subito ci siamo attivati per reinserire Film Commission nel suo giusto ambito di risorsa economica regionale, ora vorremmo fare maggiori investimenti e più produzioni, non solo a Trieste ma in tutto il Fvg". E' l' auspicio della presidente della Regione, Debora Serracchiani, espresso al Magazzino delle Idee, nel corso della presentazione dell'ultimo film di Gabriele Salvatores, "Il ragazzo invisibile", girato in larga parte nel capoluogo giuliano.

Serracchiani ha ribadito l'importanza dell'attività di Film Commission a favore di una "conoscenza mirata" della regione in un percorso che produce cultura e crea economia in quanto nel 2012, annus horribilis in cui sono state realizzate solo 12 produzioni (contro le ventidue del 2011) a fronte di una spesa complessiva di funzionamento di 270 mila euro sono stati spesi sul territorio più di 4,8 milioni di euro, con un indotto di oltre 8,7 milioni al quale si aggiunge un'incredibile promozione del territorio". Gabriele Salvatores, con Valeria Golino ("non è piaggeria, sono stata e sto benissimo a Trieste" ha detto l'attrice), Fabrizio Bentivoglio e il giovanissimo protagonista Ludovico Girardello, ha ricordato come il film sia un mix di fantasy, comedy ed avventura ed ha osservato che il suo non aver figli l'ha portato negli ultimi anni a lavorare con i giovanissimi e sul tema dell'adolescenza, "periodo difficile ed affascinante della vita di un essere umano". Erano presenti anche l'assessore Fvg alla Cultura, Gianni Torrenti, il sindaco di Trieste, Cosolini e la presidente della Provincia, Maria Teresa Bassa Poropat, la quale ha spiegato, che con il cinema la Provincia sostiene uno dei grandi filoni della cultura triestina. Presente anche la produttrice Francesca Cima, per la quale il momento è "di crisi delle risorse e di modelli creativi", ma in Italia "l'immaginario è stato delegato al cinema americano", perlomeno sino a questo lavoro di Salvatores. "Come produttori siamo convinti che il settore possa fare impresa e sviluppo per il Paese", ha detto Cima, notando che a fronte di una maggior partecipazione dei privati all'industria del cinema "il pubblico è oggi grande volano per l'aggregazione delle risorse disponibili". Ruolo evidenziato anche dalla responsabile produzioni e coproduzioni di Rai Cinema, Cecilia Valmarana.

UN FILM SPECIALE

"E' un film speciale, non solo rispetto a quelli che ho già fatto, ma anche rispetto a tutto il panorama cinematografico italiano - afferma il premio Oscar Gabriele Salvatores -". Le riprese si concluderanno il prossimo 7 dicembre nel capoluogo giuliano. "Nel film - ha anticipato il regista - si gioca con l'archetipo del supereroe, con tanta sperimentazione ed effetti speciali: è eccitante poter lavorare con queste tecnologie e parlare di un'età di passaggio così importante come quella adolescenziale. Nel film, una commedia fantasy con tratti anche dark, ci sono molti colori, per un film adatto a un pubblico giovane, ma in grado di divertire gli adulti".

Per la trama e l'ambientazione del suo film Salvatores aveva bisogno di una città "adolescente" e in Trieste ha trovato "una città libera perché porto di mare, che si rinnova continuamente e che offre una scelta architettonicamente molto ricca. La città - ha aggiunto - è molto riconoscibile nel film, ma l'atmosfera che abbiamo creato, sospesa tra sogno e realtà, è davvero onirica e magica". "Non posso sbilanciarmi sul mio ruolo - ha detto l'attore Fabrizio Bentivoglio - ma interpreto un personaggio duplice, suo malgrado". Valeria Golino, che ritorna a girare in Friuli Venezia Giulia dopo "La ragazza del lago", si troverà nel ruolo di mamma. "Per la prima volta però sarò mamma di un bambino invisibile", ha raccontato.

Fonte: IlFriuli.it

Stampa

0
0
0
s2sdefault