Italian English

Notizie dall'Italia

Assemblea Film Commission Ragusa

Proposte e azioni per rilanciarla

Pellicola 2E’ stato un confronto a tutto campo sul ruolo e l’impegno della Film Commission Ragusa in un immediato futuro da parte di operatori culturali, appassionati di cinema e rappresentanti delle associazioni di cinema che hanno risposto all’invito del presidente della fondazione, Gianni Molè, di discutere del futuro della Film Commission Ragusa. Molti gli interventi, a conferma che c’è un mondo attento che ruota attorno al cinema e alla cultura cinematografica che auspica un rilancio della Film Commission a Ragusa. Dal tenore del dibattito e dagli interventi del direttore del Videolab Film Festival Andrea Di Falco, dal location manager Mario Ferrara, dal membro del CdA Claudia Schembari, dall’assessore alla Cultura del comune di Ragusa Stefania Campo, dal regista Francesco Aprile, dal direttore artistico dell’Associazione ‘Amici della Musica’ Alessandro Nobile, dal presidente di Laboratorio 451 Sergio Di Falco, sono emersi esigenze che la Film Commission può coprire per attrarre produzioni cinematografiche. Le proposte più fattibili riguardano l’istituzizone di una sorta di ‘sportello unico’ che la Film Commission può creare contando sulla collaborazione degli enti locali cui le produzioni potranno fare riferimento per le autorizzazioni; la costituzione di un registro delle professionalità cinematografiche della Provincia di Ragusa tramite censimento da mettere a disposizione delle produzioni; nonché di un incontro studio da organizzare per il prossimo anno sul tema del ‘tax credit’ tra commercialisti e imprenditori per sfruttare le opportunità di legge che possono favorire nuove produzioni cinematografiche con ampie ricadute sul territorio.
“L’assemblea aperta di ieri – afferma Gianni Molè – sul futuro della Film Commission Ragusa ha confermato una vivacità di fondo del movimento culturale e di quello cinematografico in particolare, che lascia ben sperare per il futuro di questa fondazione. C’è interesse attorno al cinema, alla sua cultura e alle sue prospettive di sviluppo. Proveremo, insieme al CdA della Film Commission, a realizzare i sostegni e le iniziative che gli operatori del settore ci hanno chiesto e ad organizzare momenti ‘delicati’ con le associazioni di cinema per coinvolgerli nell’azione di crescita della fondazione”.

 

Stampa

0
0
0
s2sdefault