Notizie dall'Italia

"Cinepanettoni" alla friulana

Il nostro cinema sta vivendo un periodo d’oro, confermato dal successo di pubblico e di critica


FVGFilmCommissionSe di stagione d’oro si deve parlare, non può che essere questa. Superato di slancio il rischio estinzione, la Fvg Film Commission torna operativa e indipendente (almeno sulla carta) e incamera successi, regalando energia positiva all’intero sistema del cinema italiano.
I più amati
L’autunno 2013 è stato proprio il periodo aureo per la produzione cinematografica targata Fvg. L’ultimo successo - in ordine di tempo - è il premio che il documentario ‘Per mano ignota’ del goriziano Cristian Natoli si è aggiudicato al Cuneo Film festival. Prima di tutto, però, c’è ‘Zoran, il mio nipote scemo’, che racconta, in una favola dolceamara, la vita della provincia di confine. Forte del primo premio alla Settimana della critica’ al Lido di Venezia, ‘Zoran’ ha conquistato pian piano tutto il pubblico italiano. Sul cast troneggia (non solo per il fisico) Giuseppe Battiston, l’attore friulano più amato. Ma ‘Zoran’ è un successo collettivo, nato con il sostegno della Fvg Film Commission dal paziente lavoro del regista, Matteo Oleotto, e maturato grazie alla distribuzione della Tucker Film, originato dalla collaborazione tra Cec e Cinemazero.
Lo zampino della Tucker segna anche un altro successo del nostro cinema: quello di ‘Tir’, il film di Alberto Fasulo che ha vinto il Festival del cinema di Roma (nella foto). La distribuzione nelle sale di ‘Tir’ non è ancora partita, ma il 2014 comincerà all’insegna del documentario di Fasulo. E sarà nelle sale il prossimo anno anche l’ultimo film di Gabriele Salvatores che ha scelto Trieste per le 13 settimane di riprese del suo fantasy ‘Il ragazzo invisibile’.
“Dopo un anno di pausa forzata speriamo di poter riprendere a lavorare come nel 2011 – commenta Federico Poilucci, presidente della Fvg Film Commission -. Aspettiamo anche i finanziamenti, che per ora sono ridotti, ma che dovrebbero essere ripristinati”. Nell’attesa è confermata la presenza della troupe della serie ‘I Borgia’ che arriverà in Friuli a fine gennaio ed è probabile la presenza di Abel Ferrara, che dovrebber essere in Italia – e anche a Casarsa – per il suo film su Pasolini.

Fonte: IlFriuli.it

Stampa

0
0
0
s2sdefault