Italian English

Notizie dall'Italia

Consiglio generale della Lucana Film Commission

Nota del direttore Leporace

ParideLeporaceIl nuovo governatore della Basilicata, Marcello Pittella, a poche ore dalla presentazione della sua nuova giunta, ha preso parte ai lavori del Consiglio generale della Lucana Film Commission. La sua assunzione di responsabilità politica del voler fare della nostra fondazione uno strumento che deve correre come una Ferrari ci piace e ci convince molto.

La stretta intesa operativa raggiunta con i presidenti di provincia Franco Stella e Piero Lacorazza e i sindaci Salvatore Adduce e Vito Santarsiero è il segno tangibile di una volontà comune e concorde nel far nascere in Basilicata un distretto di piccole e medie imprese che attraverso cinema e audiovisivo possano creare opportunità di lavoro e la nascita di un pubblico che sappia proporre coesione territoriale e nuove esperienze di cittadinanza europea.

Non ci sfugge che al consiglio generale abbiano partecipato i due nuovi consiglieri regionali Lacorazza e Santarsiero che nel nuovo consiglio regionale porteranno uno straordinario contributo di indirizzo e programmazione che permetterà di coltivare un innovativo settore molto centrale nella vita culturale ed economica della Regione. E' una sfida che abbiamo già raccolto in questo primo anno con il Consiglio d'amministrazione e che vogliamo condividere con tutte le forze politiche, sociali e culturali della nostra regione. La nostra parola d'ordine per il 2014 è lavoro, lavoro, lavoro al servizio del bene comune regionale. Invitiamo tutti i creativi lucani a saper raccogliere questa opportunità. Noi non vendiamo un prodotto. Ci guida la passione e la consapevolezza che è il momento di coltivare un fiore straordinario che appartenga a tutti i lucani. Chiamale se vuoi emozioni. Saranno emozioni di cinema lucano. Una nuova Basilicata è ancora possibile.

Paride Leporace 
Direttore Lucana Film Commission

Nella foto Paride Leporace intervistato durante l'undicesimo convegno sul Cineturismo ad Ischia.

Stampa

0
0
0
s2sdefault