Notizie dall'Italia

A Luino la prima de "IL PRETORE" ed un movie tour abbinato

Luinogabinetto1pretorewebGrande attesa anche a Luino per la prima de IL PRETORE presentato nelle sale cinematografiche italiane a partire dal 3 aprile. Tratto dal romanzo di Piero Chiara IL PRETORE DI CUVIO (EDIZIONI MONDADORI 1973), diretto da Giulio Base e prodotto da Lime film in collaborazione con Rai Cinema, con produttore associato Chichinscì, la pellicola vanta un cast d’eccezione con tutte le carte in regola per diventare un cult movie: da Francesco Pannofino a Sarah Maestri, da Mattia Garau a Eliana Miglio, Carlina, Torta, da Deborah Caprioglio a Massimo Cavallari, Max dei Fichi d’India, Carlo Giuseppe Gabardini e con molte comparse del territorio.

Il film è stato ambientato a Varese e a Luino e dintorni. Luino, città che diede i natali a Piero Chiara nel 1913, accoglierà IL PRETORE per la serata del 3 aprile alle 21 al Teatro Sociale (informazioni tel. 0332. 543511): la realizzazione di questo progetto dedicato al centenario della nascita del celebre romanziere, si deve all’ingegno di Sarah Maestri, un’importante iniziativa che ha animato la città e ne ha coinvolto gli abitanti facendoli diventare protagonisti del set.

Luino, con il suo spettacolare panorama mozzafiato, ne è la meravigliosa scenografia naturale ed architettonica, confermandosi meta preziosa per il turismo culturale, eredità che la Città vanta già dai celebri Petit Tour, le visite sul Lago Maggiore di personaggi illustri, come William Turner che immortalò il fasto e lo splendore di questa terra negli album di vedute, i pregiati sketchbooks.

Durante la settimana di proiezione del film, alcuni operatori turistici hanno dedicato un pacchetto mirato (TROTTER CLUB - I Viaggi della Mongolfiera SRL - Via XV Agosto, 42 - 21016 Luino (VA) - Tel +39 0332 1952870 - Fax +39 0332 1951006 - Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. )a tutti coloro che desiderano vivere pienamente i luoghi di Piero Chiara: il turista potrà visitare le location dei film, sorseggiare un cocktail al celebre Caffè Clerici, gustare un ottimo menù dedicato al romanziere in ristoranti della Città.

Luinoesternocomune3webLuino, infatti, vanta ancora palazzi e ville in stile: da Casa Zanella, che diede i natali allo scrittore a Palazzo Verbania, splendido esempio di architettura Liberty di futura riqualificazione. Tra le location del film, il Municipio, la Villa Hüssy, il Caffè Clerici e la Stazione Internazionale. Il Palazzo Comunale è testimone di un progetto che i nobili Crivelli avevano affidato all’Architetto Carlo Felice Soave: per il film, la sala in cui si celebrano abitualmente i matrimoni ha accolto il protagonista Francesco Pannofino e si è trasformata nel Gabinetto del Pretore, arricchita di quadri d’epoca e di oggetti pregiati d’antan. Villa Hüssy, che nella finzione cinematografica ospita l’ambientazione della casa di Mamma Rosa, è uno splendido esempio di architettura in stile dagli interni sontuosi con balaustre di scale in ferro battuto, vetrate decorate e camini in marmo pregiato: qui hanno recitato Davide Rota e Adele Cossi

Luinolungolago-panorama-e-gelatiwebLuoghi già consacrati alla storia da pellicole di culto hanno ricalcato la scena per farsi riprendere come vere star: il Caffè Clerici, uno dei Caffè più chic del territorio e dei primi luoghi in Città a ricevere l’illuminazione a gaz nel 1885, grazie a questa produzione cinematografica, è cornice di un’ambientazione esclusiva anni trenta con inquadrature del Porto Vecchio nei cui dintorni si possono ammirare portici, antiche dimore, preziosi giardini segreti. Il lungolago sfoggia tutto il suo splendore in una meravigliosa giornata di agosto inoltrato di fronte a quell’Albergo Binda che ha scritto la storia del cinema. Proprio qui, infatti, un indimenticabile Ugo Tognazzi,ha girato il film "Venga a prendere il caffè da noi" di Alberto Lattuada e un bravissimo Johnny Dorelli ha incontrato Florinda Bolkan ne “Il cappotto di Astrakan”:come allora,sul set del lungolago parte uno dei “ciak” nei luoghi più caratteristici della località lacustre, nell’Ex Quartiere Giallo con Francesco Pannofino, Sarah Maestri, Eliana Miglio, Deborah Caprioglio, Mattia Garau e Max dei Fichi d’India. Quest’angolo di paradiso è il luogo ideale per gustare un buon gelato proprio in riva al lago: qui, in incognito approdavano molti vip come il direttore d’orchestra Herbert Von Karajan.

LuinoGiulioStazione10La Stazione Internazionale è da considerarsi un imponente monumento ideato dall’architetto Giovanni Faini in cui riecheggia ancora lo charme degli antichi splendori. Tra i gioielli della Luino d’antan, nella piazza della stazione, Casa Branca già Grand Hotel Luino ospitò Carlo Federico Alessandro e la moglie, Olga Nikolaevna Romanova, figlia dello zar Nicola i di Russia. Il Grand Hotel, del resto, era associato all’allora sontuoso Buffet della stazione internazionale, vera e propria “saletta reale” destinata ad accogliere principi, consoli, re e regine in transito sulla linea del Gottardo.

Il primo “ciak”del Pretore a Luino è avvenuto in un’antica corte che ospita un maniscalco: il tempo si è fermato e il suono del battito del martello sull’incudine è ancora vivo. In piazza Garibaldi, nel cuore della Città,una cancellata in ferro battuto dalle frecce con punte dorate conduce alla vecchia bottega in cui ha recitato per la prima volta in città Francesco Pannofino.
Proprio qui, in una piazza di sanpietrini che conduce al lago,accanto alle belle vetrine del centro città la moglie del maniscalco gestisce tuttora il Bar Mario. Già luogo di culto in Luino, questa piazza sfoggia locali alla moda e anche un’edicola in stile con al suo interno una piccola bottega.

Tra gli altri set, Varese, il bellissimo capoluogo di provincia in cui la scena del Tribunale ha coinvolto tutto il cast con comparse quali Max dei Fichi d’India e Francesco Pellicini e la deliziosa località Castelveccana, celebre per la sua frazione lacustre "Caldé" meglio conosciuta come "la Portofino del Lago Maggiore”in cui domina una imponente Rocca. Qui le location son state San Pietro e una favolosa villa, quella della stupenda contessa interpretata da Eliana Miglio.

Stampa

0
0
0
s2sdefault