Italian English

Notizie dall'Italia

Cineturismo, trend in forte ascesa

MiBAClogoNel 2012 le produzioni nazionali ed estere hanno investito direttamente sui territori un volume di risorse stimabile in almeno 260 milioni di euro a fronte di un intervento pubblico regionale quantificato in 56,3 milioni di euro complessivi. Nello stesso anno, su 1.064 produzioni girate sui territori, circa 300 hanno ottenuto un supporto tecnico-logistico, beneficiando della fornitura di servizi di ospitalità e ricerca di location.

Le prime stime relative al 2013 indicano un trend in crescita sul versante delle produzioni assistite e finanziate, nonostante le rigide politiche di contenimento della spesa della P.A. locale.

Questi i principali risultati della ricerca illustrata in occasione del convegno “Il senso del cinema e dell’audiovisivo per i territori” organizzato dalla direzione generale per il cinema del Mibact, dall’Istituto Luce-Cinecittà e dall’Italian Film Commissions alla presenza del dg Cinema del Mibact, Nicola Borrelli.

Quattro linee di policy
I relatori hanno individuato quattro differenti linee di policy fornendo alcuni input strategici per migliorare l’attuale assetto e rafforzare il ruolo delle Film Commission a sostegno dell’audiovisivo. Tra queste: la governance, vale a dire il riconoscimento nazionale delle Film Commission in base al rispetto di requisiti minimi (organico, servizi, organizzazione) in linea con gli indirizzi europei e internazionali; un processo di omogeneizzazione degli schemi di finanziamento nazionali, regionali e multiregionali sulla base di procedure standard condivise per facilitare il compito dei produttori e razionalizzare le spesa pubblica.

E ancora: la creazione di una cabina di regia per l’accesso ai fondi comunitari e presidio congiunto Stato-Regioni sui dossier non audiovisivi in discussione a Bruxelles; la centralità delle FC nel processo di valorizzazione dei contenuti audiovisivi coniugando il sostegno alla filiera e il rafforzamento delle imprese creative con le politiche di marketing territoriale e promozione turistica attraverso connessioni più stabili con il sistema industriale locale, le Università, i poli scientifici e tecnologici.

Renzo Iorio, presidente di Federturismo Confindustria, ha inoltre sottolineato la necessità della riforma del Titolo V e la necessità di affrontare le consistenti ricadute economiche che la sinergia tra turismo e cinema è in grado di produrre sull’indotto.

Oltre a Iorio, al convegno sono intervenuti tra gli altri: Stefania Ippoliti, presidente Italian Film Commissions; Alessandra Tavernese, coordinatore tecnico per la Commissione Beni ed Attività Culturali della Regione Calabri; Arie Boher, presidente Consiglio Direttivo EUFCN; Alberto Versace, dg Dipartimento Sviluppo e Coesione Economica.

Per maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fonte: L'AgenziaDiViaggi.it

Stampa

0
0
0
s2sdefault