Italian English

Notizie dall'Italia

"Un latin lover visto dalle donne", ciak in Puglia per Comencini

104937439-c3ddfd5c-a4e4-471a-b362-6fec5ba70b14Donne. Tante donne. "Che ha sposato e che ha messo al mondo", e che a dieci anni dalla sua morte si ritrovano per commemorarlo. Cristina Comencini annuncia al Bif&st di Bari, durante la Lezione di cinema mattutina, il suo prossimo film, Latin lover. Sarà girato in Puglia con il sostegno di Apulia film commission (produzione Lumiere & Co.), le riprese cominceranno il 5 maggio e "andranno avanti per sette settimane, sabati compresi, tra San Vito dei Normanni e la provincia di Lecce", racconta la regista e sceneggiatrice romana. Protagonista Francesco Scianna e il suo "volto antico", e a vivere nella sua ombra ci saranno Virna Lisi, Marisa Paredes, Valeria Bruni Tedeschi, Angela Finocchiaro. Lui è il divo scomparso, la grande assenza che continua a pesare sulle esistenze di chi l'ha amato, perché "abbiamo sempre a che fare con un passato gigantesco sulla testa".

"Rodolfo Valentino è un paragone perfetto per spiegare il personaggio - dice Comencini - perché anche lui veniva da un paesino piccolo come il mio divo, e poi Scianna gli somiglia. Il film racconta le relazioni che si sviluppano tra le donne che hanno sempre vissuto nell'ottica di questo grande attore". Sono state influenzate da lui, anche se le figlie, che provengono da cinque Paesi diversi "che rappresentano quasi i cinque grandi Paesi del cinema" non l'hanno mai conosciuto. Ci sono l'italiana e la spagnola, la nordica e la francese, l'americana che è "la misteriosa", figlia del DNA. "Sono molto diverse tra loro, ma in comune hanno il problema di quando sono nate, del momento della vita di lui in cui è accaduto".

Set delle riprese sarà San Vito dei Normanni, soprattutto la piazza e il castello: "Me ne sono innamorata, ha spazi metafisici - ha confessato la regista durante la lezione di cinema tenuta ieri mattina al Petruzzelli - e anche perché non è sul mare". Poi la rivendicazione: "Sono stata la prima a girare e fotografare in Puglia, prima della nascita della film commission. Certo, in quegli anni c'era anche Rubini, ma lui è pugliese". La prima volta di Cristina Comencini fuinfattinel1998con Matrimoni, girato a Trani - "successe per caso, presentavo i miei libri in Puglia perché c'è una bellissima catena di librerie, e mi ha dato sempre l'idea di una regione di cultura e vivacità, non degradata e bellissima da un punto di vista architettonico" - poi per Li-berate i pesci! e La bestia nel cuoreera scesa in Salento, e in quest'ultimo caso l'aveva portato quasi a stringere la statuetta dell'Oscar. Anche con Latin lover alcune scene saranno nel Leccese, a Villa Romano. "La storia si sviluppa in due giorni, sarà una commedia e come tale racconterà suggerendo", conclude Comencini. Corale, come nella migliore tradizione italiana, e come accade nelle famiglie "ci sono continui rimandi tra i personaggi, perché spesso chi si trova in scena parla degli assenti".

 

Fonte: http://bari.repubblica.it

Stampa

0
0
0
s2sdefault