Italian English

Notizie dall'Italia

Creative Europe Desk Media Italy

creative europeLunedì 22 settembre presso la sala Giovanni Lilliu della Biblioteca Regionale sì è svolta a Cagliari la giornata informativa Creative Europe Desk Media Italy, in collaborazione con Istituto Luce Cinecittà, Regione Sardegna e Fondazione Sardegna Film Commission.
L'iniziativa è il primo di un percorso di appuntamenti sostenuti dalla Comunità Europea allo scopo di promuovere e facilitare l'accesso delle imprese e degli operatori attivi nel settore della filiera audiovisiva, ai nuovi programmi di finanziamento di Europa Creativa (che riunisce i Programmi Media, che già si occupava del settore Audiovisivo e Cultura, con un incremento generale del 9% delle risorse).
La Direttrice della Fondazione Sardegna Film Commission, Nevina Satta ha inaugurato la giornata, sottolineando l'importanza di queste “ giornate-Seminario” che rappresentano una delle valide alternative per un territorio che rischia la deriva economica: “Il settore dell'audiovisivo in Sardegna, sta conoscendo un momento di risveglio legato ad un terreno che si è sviluppato autonomamente, i cui risultati quest'anno sono sotto gli occhi di tutti, citiamo Bonifacio Angius, che con il suo Perfidia era l'unico italiano a Locarno, I registi Carboni e Pani, che con il loro film documento Capo e Croce, hanno avuto importanti riconoscimenti nazionali (festival di Roma) e internazionali; Giovanni Coda, fresco vincitore con il suo Rosa Nudo, al festival di Melbourne, o Beep di Antonello Murgia, alla 71 Mostra del Cinema di Venezia nella sezione Pasinetti.
La film commission si è installata in un terreno fertile, e da due anni sta cercando di dare risposte, non senza contrasti, che fanno parte della normale dialettica, a chi opera professionalmente in questo settore.
Lo scopo è di cercare nuovi partner. E soprattutto sull'esempio di altre Regioni, far diventare anche la Sardegna un set appetibile.
L'esperienza della Puglia insegna.
Cristina Piscitelli, Responsabile Creative Europe Desk Italy, Ufficio di Bari, nonostante il rinascimento culturale della sua Regione, ha sottolineato come su 400 progetti presentati e finanziati soltanto sedici provenivano dal sud (includendo nel sud per estensione o equiparazione economica, anche la Sardegna).
Queste giornate hanno lo scopo di semplificare e di “tradurre” bandi che spaventano alla prima lettura.
Il programma di Europa creativa che troverà applicazione nel prossimo periodo 2014/2020, si contraddistingue per un rafforzamento della formazione a livello professionistico (quella di base è stata circoscritta all'ERASMUS PLUS), e della distribuzione delle opere prodotte.
Giuseppe Massaro, Responsabile Creative Europe Desk Italy, Ufficio di Roma si è soffermato sull'importanza dei nuovi business models, che agevolano l'accesso ai mercati e la cooperazione internazionale, ma ha anche ribadito che se in Europa le banche hanno sposato pienamente il progetto, in Italia, il sistema bancario oppone ancora resistenze.
Durante il pomeriggio, i partecipanti all’info-day, hanno avuto l'opportunità di confrontarsi singolarmente con appuntamenti individuali, con i responsabili del DESK per migliorare i progetti in corso d'opera o avere delucidazioni in merito al Sotto- Programma MEDIA.

Fonte: ComuneCagliariNews.it

Stampa

0
0
0
s2sdefault