Italian English
  • Home

Produttori internazionali in cerca di location a Pisa

pisaSi è chiusa oggi la quattro giorni tutta dedicata al cinema. Pisa ha infatti ospitato oltre 100 produttori cinematografici internazionali arrivati in città per partecipare al convegno annuale Ace-Atelier du Cinema. Una full immersion che ha visto alternarsi vere e proprie sessioni per i soli addetti ai lavori dove sono stati presentati progetti di film che ambiscono a trovare un finanziamento per entrare in produzione. Tra questi anche quattro progetti di registi pisani o ambientati a Pisa. E poi ci sono stati anche tavoli per la compravendita di diritti delle pellicole cinematografiche e accordi per la distribuzione dei film già finiti.

I produttori sono arrivati da varie parti d'Europa: Belgio, Francia, Germania, Gran Bretagna, e anche da fuori continente: Cina, Giappone, Stati Uniti e Canada.

Ieri ultimo atto, il tour a caccia di location.

Prima tappa: Villa Roncioni a Pugnano dove sono ospitati i costumi della Fondazione Cerratelli.

Seconda tappa: San Rossore e la spiaggia del Gombo.

"Pisa si è proposta al cinema internazionale forte della sua tradizione sul tema - dice il vicesindaco Paolo Ghezzi- ma nella consapevolezza di avere aspetti logistici, ambientali ed organizzativi non comuni nel panorama internazionale. Per questo e' stato assunto l'impegno comune di lavorare nei prossimi mesi per valutare la possibilità di un protocollo operativo che consenta convenienze reali per valorizzare il territorio locale e le aspettative del mondo della produzione e della regia cinematografica".

"Pisa - ha detto Ronan Girre - ha infrastrutture logistiche e ambientazioni diverse tutte a portata di mano: mare, parco naturale, centro storico e monumenti tutti raccolti in un fazzoletto e a portata di aeroporto. Valori aggiunti, questi, che consentono possibili pianificazioni economiche di grande convenienza e di ottenere risposte in tempi rapidi alle tante esigenze di chi fa cinema".

"E' quello che volevamo - conclude il Vicesindaco Ghezzi - da questo appuntamento: mostrarci al cinema internazionale in tutte le nostre potenzialità e questa convergenza tra le nostre aspettative e quello che i produttori ACE hanno derivato dalla loro presenza in città e' quanto di meglio avremmo potuto desiderare.

Stampa

0
0
0
s2sdefault