Italian English
  • Home

Lo strano caso della città di Craco

Da location cinematografica suggestiva a vittima di un allevatore e delle sue capre (!)

Craco00011Craco, località in provincia di Matera nota come “la città fantasma”, si ritrova a combattere un’insolita battaglia. Alcune delle location che furono protagoniste di film ormai entrati nella storia della cinematografia internazionale come ‘The Passion’ e ‘Cristo si è fermato ad Eboli’ sono da tempo minacciate e deturpate da un allevatore che vive al di fuori della legge e che lascia pascolare le sue capre tra il centro storico e i resti archeologici di Craco Vecchia. Allevatore che si rende così protagonista di reati contro il patrimonio e reati nella gestione illegale di allevamenti, tra cattivi odori, maltrattamenti di animali, mungiture in mezzo alle macerie e addirittura macellazione di capretti per la vendita.

Una situazione che si sta facendo insostenibile per la città e che ha portato il sindaco Giuseppe Lacicerchia ad organizzare domenica scorsa una manifestazione nel centro deturpato dall’allevatore. «Mi impegnerò – ha affermato nell’occasione il primo cittadino – a portare nelle dovute sedi politiche e istituzionali questa vicenda, che in altre realtà sarebbe stata già chiusa da molto tempo. Le leggi italiane ci sono, sono dalla nostra parte e vanno solo applicate: per questo non ci scoraggiamo e chiediamo supporto a tutti coloro che amano il Sud e lo vogliono cambiare attraverso la legalità». Linea, questa, che certamente non presuppone l’abbandono o la denigrazione di tradizioni lunghe secoli; tradizioni come il pascolo che, però, risultano indifendibili quando palesemente non rispettano le più elementari norme igieniche e il valore di resti storico-archeologici.

Una vicenda che assume dimensioni ancora più importanti se  si considera la storia che lega il cinema e proprio le zone di Craco deturpate dall’allevatore. Una storia iniziata nel 1978 con ‘Cristo si è fermato ad Eboli’ di Francesco Rosi e proseguita negli anni ’90 con ‘Il Sole anche di notte’ dei fratelli Taviani e ‘La Ninfa Plebea’ di Lina Wertmuller. Il grande successo arriva però negli anni duemila con ‘The Passion’ di Mel Gibson, in cui il borgo medievale di Craco è il colle in cui Guida, preso dai rimorsi, decide di impiccarsi. Ultimi film ad utilizzare le location di Craco sono stati  ‘Nativity’ di Catherine Hardwicke, ‘Quantum of Solace’ (episodio della saga 007) e ‘Basilicata Coast to Coast’ di Rocco Papaleo.

Stampa

0
0
0
s2sdefault