Italian English
  • Home

CANNES 69 - Un'edizione ricca di risultati per il cinema piemontese

italian pavillonIl TorinoFilmLab, laboratorio e palestra per i giovani talenti emergenti di tutto il mondo - collegato al Torino Film Festival e promosso dai principali enti cinematografici del sistema cinema Torino Piemonte quali il Museo Nazionale del Cinema e Film Commission Torino Piemonte - festeggia proprio a Cannes traguardi importanti e presenta nel programma del Festival 7 titoli in 3 sezioni.
Film Commission Torino Piemonte e FIP Film Investimenti Piemonte accompagnano invece ben 2 pellicole, realizzate a Torino e in Piemonte con il loro sostegno.

“Non posso che essere soddisfatto e orgoglioso del lavoro svolto negli ultimi anni dal TorinoFilmLab diretto da Savina Neirotti e da Film Commission Torino Piemonte e FIP, condotte rispettivamente da Paolo Manera e Paolo Tenna” - commenta Paolo Damilano, in veste di presidente del Museo Nazionale del Cinema e di Film Commission Torino Piemonte - “Questa edizione del festival di Cannes rappresenta un’occasione imperdibile di visibilità per gli enti che compongono il sistema cinema Torino Piemonte, e mostra i risultati di un proficuo lavoro di squadra, costruito grazie al costante sostegno degli enti locali che ci supportano”.

Il TorinoFilmLab, che ha da poco raggiunto la cifra di 50 film completati a partire dalla sua creazione nel 2008, porta a casa un risultato eccezionale: 7 lungometraggi sostenuti dal laboratorio internazionale fanno parte del programma di Un Certain Regard, della Semaine de la Critique e della selezione ACID.
Tra i 3 titoli in Un Certain Regard, le due opere prime in corsa per la Caméra d’Or "DOGS" del regista rumeno Bogdan Mirica e "THE HAPPIEST DAY IN THE LIFE OF OLLI MÄKI" del finlandese Juho Kuosmanen sono state sviluppate all’interno di Script&Pitch e presentate in anteprima al TFL Coming Soon, vetrina work in progress dei film TFL di prossima uscita. Premiato con il TFL Audience Design Fund 2016, "APPRENTICE", opera seconda del singaporiano Boo Junfeng, è il terzo film in lizza in Un Certain Regard.
Dei sette film in concorso alla Semaine de la Critique, ben 3 sono targati TFL: anche in questo caso si tratta di due opere prime e un’opera seconda. Gli esordi, "RAW" della regista francese Julia Ducournau e "DIAMOND ISLAND" del franco-cambogiano Davy Chou, sono stati sviluppati all’interno di FrameWork, e il primo è stato sostenuto economicamente con un TFL World Production Award. Il terzo film alla Semaine è il nuovo lungometraggio dello spagnolo Oliver Laxe, "MIMOSAS" (Interchange 2011).
Completa la selezione "HEAVEN SENT" del libanese Wissam Charaf, sviluppato all’interno di Interchange 2010 e in concorso all’ACID.

Per quanto riguarda invece i 2 film realizzati in Piemonte, "FAI BEI SOGNI" di Marco Bellocchio - film d'apertura della Quinzaine des Realisateurs, tratto dal romanzo di Massimo Gramellini - ha ricevuto il sostegno di Film Commission Torino Piemonte e la consulenza di FIP Film Investimenti Piemonte sul tax credit esterno attraverso il coinvolgimento dell’azienda Pizzarotti spa, una delle principali realtà italiane nel settore edile. La lavorazione del film ha coinvolto in tutti i reparti della troupe 26 professionisti piemontesi, e ha prodotto una ricaduta sul territorio stimata in circa un milione di euro.
Anche l'opera seconda di Alessandro Comodin, "I TEMPI FELICI VERRANNO PRESTO" – evento speciale a La Semaine de la Critique – è stato girato in Piemonte, in provincia di Cuneo, per 5 settimane alla fine dell'estate 2015, utilizzando una troupe quasi del tutto locale e producendo una ricaduta di più di 600.000 euro.

Fonte: cinemaitaliano.info

Stampa

0
0
0
s2sdefault