materaHa superato le aspettative, la seconda fase del progetto “Basilicata Cineturismo Experience”, confermandosi un inedito e poliedrico format in grado non solo di far dialogare attori, location manager, tour operator esperti e rappresentanti istituzionali, ma anche e soprattutto di proporre nuove prospettive e progetti di sviluppo in linea con le aspettative di una nuova domanda turistica e culturale sempre più sofisticata ed esigente.
Il progetto realizzato in tandem da Giuseppe Lalinga e Michelangelo Messina, pone al centro l’emozione filmica come nuova chiave di lettura per la valorizzazione e promozione del territorio, dove l’esperienza, non solo cinematografia, diventa il valore aggiunto per la scoperta di un territorio ricco di storia e suggestioni.
Il progetto - ha dichiarato il Presidente del GAL Bradanica Leonardo Braico - partito nella sua fase sperimentale lo scorso aprile, grazie ad una felice intuizione di Giuseppe Lalinga che da diversi anni analizzava il metodo ed il modello introdotto sin dal 2003 da Michelangelo Messina nella Borsa Internazionale delle Location Cinematografiche, ha trovato il coinvolgimento di APT Basilicata, Lucana Film Commission, Comune di Matera, Osservatorio Nazionale Permanente sul Cineturismo e Fondazione Eni E. Mattei; ossia di tutti quei soggetti che nel corso degli ultimi anni hanno lavorato, direttamente o indirettamente, sul cineturismo considerandolo come un’opportunità, spesso inespressa.
Nel corso dei mesi sia il Direttore della Lucana Film Commission Paride Leporace che il sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri, hanno cooperato, con proposte concrete, per potenziare il progetto che ha trovato nella tavola rotonda di Miglionico dal titolo “Basilicata Cineturismo Experience: dall’idea al progetto” il parere favorevole dell’Assessore Regionale all’Agricoltura - Sviluppo Rurale Luca Braia e del Presidente della Provincia di Matera Franco De Giacomo e la condivisone di un metodo di progettazione in grado, come ha evidenziato Michelangelo Messina, di costruire in Basilicata un modello nazionale.
La Tavola Rotonda si è conclusa con la visione dello spot ufficiale “Matera is more than a film” che è stato proiettato, grazie a Stefania Bruni dell’APT, durante l’anteprima dell’incontro con Francis Ford Coppola “Ritrovare le radici per incontrare il futuro: la mia Basilicata” tenutosi il 26 ottobre al teatro del Verme di Milano.
Il confronto è poi continuato a Matera, nel locale di Area 8, luogo di cinema e di contaminazioni culturali, nel quale in un talk inedito Leonardo Braico, Anna Selvaggi, Giuseppe Lalinga, Michelangelo Messina, Cinzia Th Torrini, Nico Cirasola, Giuseppe Marco Albano, Ralph Palka e Nando Irene hanno raccontato, ad una platea numerosissima, innovativi progetti di sviluppo locale e storie di cinema e televisione di successo che hanno generato fenomeni, spesso in maniera spontanea ed inaspettata, di cineturismo.
Cosi Cinzia Th Torrini ha menzionato il caso di Elisa di Rivombrosa, dei record storici di telespettatori e delle visite successive al Castello ducale di Agliè, in Piemonte; lì dove non andava mai nessuno - ha ricordato la Torrini - si sono raggiunti numeri di anche 9 mila visitatori al giorno. Nico Cirasola, autarchico regista pugliese, che si è imposto in una nicchia del cinema italiano per il suo stile asciutto riguardo a scene, ambienti, personaggi, narrazione e dialoghi, ha portato l’esempio di “Focaccia Blues” raccontando che, dopo le proiezioni ad Amburgo, dalla Germania bus turistici hanno raggiunto Altamura per visitare non solo i luoghi ma anche per incontrare i personaggi del film.
A chiudere la serata, dopo il video - racconto di Ralph Palka realizzato per l’APT Emilia Romagna e la visione dell’emozionante premiazione di Giuseppe Marco Albano per il David di Donatello 2015 sezione cortometraggi, è stato il bravo e poliedrico attore lucano Nando Irene, con uno showreel di serie tv e di film.
“Basilicata Cineturismo Experience” – ha osservato Braico - ha superato la difficile fase dell’adolescenza e sta diventando sempre più un progetto di marketing territoriale organizzato e strutturato; una dimostrazione è stata la sperimentazione del movie tour di domenica mattina lungo 5 location cinematografiche scelte e narrate dall’esperta guida cineturistica Francesco Foschino, con cartellonistica ed applicazioni multimediali. Il merito è del lavoro condiviso e della rete costruita. Per rimane nel mondo del cinema – ha concluso Braico – una menzione speciale per un “premio dietro le quinte” va al gruppo di lavoro del GAL Bradanica che ha organizzato e gestito, con grande impegno e professionalità, questa edizione del “Basilicata Cineturismo Experience”.

 


Altri articoli correlati

  • Mare Fuori 3: le location di Napoli della terza stagione mozzafiato

  • La Fuggitiva, le location dal Piemonte al Lazio.

  • Portofino diventa partner di Liguria Film Commission

  • Matera e il cinema, il bilancio di un anno straordinario

  • Così "6 Underground" mette a soqquadro l'Italia. Ma per una buona causa

  • Dov’è girato OGNUNO È PERFETTO: ambientazione e location

  • TOM CRUISE GIRERÀ UN FILM A VENEZIA

  • MONTALBANO, LE LOCATION DEL FILM: I LUOGHI PIÙ BELLI DELLA FICTION

  • ESTERNO / GIORNO - Tour a Trieste per le location di "Volevo Fare la Rockstar"

  • Toni Servillo sarà Eduardo Scarpetta: a Napoli le riprese di “Qui rido io”, nuovo film di Martone

Ritorna su
Le location del film "Dune"

Utenti online:

Abbiamo 412 visitatori e nessun utente online

20 anni di esperienza nel settore

*Il termine Cineturismo (con servizi as esso associati) è un marchio registrato, di propietà privata. Qualsiasi uso non autorizzatoi può essere peresguito secondo i termini di legge. 
Cineturismo® è un iniziativa dell'Ente del terzo settore Art Movie
Copyright © 2024 Cineturismo. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.